Covid e feste di compleanno: come prevenire il focolaio?

Feste di compleanno e Covid 19: buone pratiche per organizzare un pomeriggio o una serata a casa non pericolosa per la propria salute e quella degli altri.

Covid e feste di compleanno, soprattutto con bambini e adolescenti che hanno necessità di giocare, divertirsi e interagire tra di loro. Sono sopravvissuti insieme alle loro famiglie nel momento più duro della pandemia, quando nessuno poteva uscire di casa e non si potevano andare a trovare, ad esempio, i nonni, i compagni di scuola o i cuginetti. Questi momenti è bene tenerli lontani impegnandoci tutti a contrastare la diffusione di un virus silenzioso e letale come il covid-19.

Feste di compleanno tra parenti e invitando amici: ecco le disposizioni del Governo

Niente multe e divieti per le feste organizzate tra parenti, anche invitando qualche amico. Giuseppe Conte ha spiegato che è inutile imporre una regola che “non potrebbero essere sanzionate concretamente“. Infatti, non troviamo un divieto specifico nel testo però, sia i medici che gli esperti avvisano che la famiglia e il contesto domestico non è esente dal poter creare un focolaio, anzi, forse, potrebbe diventare il nuovo posto da dover tutelare con maggiori attenzioni e strumenti, partendo dall’App Immuni.

- Advertisement -

Leggendo il nuovo decreto legge firmato e pubblicato il 7 ottobre si nota che viene confermata e rafforzata la differenza tra aggregazioni in contesto domestico, ambiente privato (la casa) e locali e spazi pubblici. Non sono vietate le feste di compleanno con amici ma bisogna organizzarle senza creare assembramenti pericolosi. La disposizione più importante, ripetuta nei diversi capitoli del DPCM, è l’avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie. La mascherina va sempre indossata nella maniera corretta, attenzione a non portare mani sporche verso occhi, bocca e naso. Detergere spesso le mani e fare attenzione che le superfici siano pulite.

Capitolo 5, DPCM 7 Ottobre pubblicato in Gazzetta

… dell’obbligo di avere sempre con sé un dispositivo di protezione delle vie respiratorie, nonché dell’obbligo di indossarlo
nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche
del luogo o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non
conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e linee guida anti-contagio previsti per le attività’ economiche, produttive,
amministrative e sociali, nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande, ma con esclusione dei predetti obblighi:
a) per i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;
b) per i bambini di età inferiore ai sei anni;
c) per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i
predetti versino nella stessa incompatibilità.

- Advertisement -

Consigli e pratiche per organizzare piccole feste di compleanno a casa, anche per bambini

Credit Photo – Pixabay

Abbiamo appena detto che le feste di compleanno non sono vietate, soprattutto se si invitano parenti o congiunti. In realtà non è vietato nemmeno invitare gli amici. In entrambi i casi, nel biglietto di invito purtroppo dovete specificare queste cose: si viene solo se si è in perfette condizioni di salute, se si ha il raffreddore o la tosse non si può partecipare. Visto che le mascherine sono obbligatorie, ricordate quanto detto nelle nuove disposizioni: dai sei anni in su bisogna indossare correttamente la mascherina, naso e bocca devono essere ben protetti. Invitate i bambini a fare molta attenzione a non perdere le mascherine, acquistatene qualcuna in più se la rompono o se la perdono!

Invitate anche a portarsi sempre dietro un igienizzante a base di alcol per disinfettare le mani. Mettete a disposizione degli ospiti dei flaconi da usare prima di entrare o lasciare la festa, prima di iniziare qualsiasi attività come mangiare o giocare insieme.

- Advertisement -

Giardini molto grandi e terrazze ampie sarebbero punti della casa ideali per organizzare una festa di compleanno, perché sono areati e molto spaziosi. Siamo nella stagione fredda quindi dobbiamo per forza di cose usare l’interno della casa. Come succede all’esterno, è importante far mantenere la distanza di sicurezza tra gli ospiti, da un metro. Tra adulti è semplice ma tra bambini e adolescenti, che sono sempre in movimento, è più difficile ma non impossibile.

Proprio per questo che abbiamo appena scritto, è importante per una festa di compleanno in un periodo di pandemia escludere alcune attività che purtroppo potrebbero creare assembramento. Non potete ballare attaccati ma potete organizzare dei giochi basati sulla musica, balli di gruppo, altri divertimenti per grandi e bambini dove la distanza di sicurezza viene rispettata. Pensate alla caccia al tesoro, alcuni giochi da tavolo o di carte, un bel film o cartone animato da vedere insieme.

Feste di compleanno sotto Covid: consigli su cibo, vettovaglie e rifiuti

Credit Photo Pixabay

Il Covid è una malattia che costringe le persone a dover rivedere e ripensare qualsiasi attività e necessità umana. In una festa di compleanno la prima cosa che si organizza è il rinfresco, oppure un tavolo ricco di cose buone, la torta finale. È bene essere informati sull’acquisto del cibo e sulla sua conservazione ma anche su alcune pratiche obbligatorie in bar e ristoranti dove si serve il cibo a tante persone in sicurezza. Mascherina mentre si cucina e anche mentre si serve, per un compleanno si possono sfruttare i contenitori alimentari per creare un buffet ma anche un pranzo o una cena in sicurezza. Vi consigliamo di leggere questo PDF sul Food Delivery.

Per la pulizia ricordate sempre di disinfettare spesso le superfici sia dove cucinate che dove gli ospiti poggiano il cibo o i propri oggetti. Chiedete sempre la massima attenzione su alcuni rifiuti portati alla bocca, ad esempio: fazzoletti di carta, tovaglioli, bicchieri, posate e lattine. Scegliete vettovaglie usa e getta, di carta o plastica, per semplificare il lavoro di pulizia che a causa del Covid richiede più attenzioni. Se potete, invitate gli ospiti a gettare i rifiuti che più si avvicinano a naso e bocca in un cestino specifico da tenere chiuso, in un posto ben areato, da buttare il più presto possibile nella nettezza urbana.

L’ultimo consiglio riguarda il lavaggio di piatti, bicchieri e posate se non avete usato quelli usa e getta, di pentolame e utensili da cucina. In lavastoviglie si raccomanda il lavaggio a temperature superiori ai 60 gradi. A mano, invece, si raccomanda l’ammollo in acqua molto calda e sapone, il risciacquo lungo per non lasciare residui.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter