Damiano dei Maneskin e la risposta a Grillo sullo stupro: “È stupro anche se denunci dopo”

Damiano David di scaglia contro chi sottopone la denuncia di stupro a un termine di scadenza, sottolineando: "Astenetevi da tali disumane dichiarazioni"

Damiano David ha deciso di dire la sua circa la bufera mediatica che si è scatenata su Beppe Grillo a seguito delle sue dichiarazioni shock, pubblicate tramite un video, dove ha difeso a spada tratta Grillo Junior, al momento accusato di aver stuprato una 19enne in Costa Smeralda, nell’estate del 2019, insieme ad altri 4 suoi coetanei.

Il giovane frontman della band vincitrice di Sanremo, si è così aperto ai suoi followers dando un suo punto di vista sulla vicenda, sottolineando un sentire peraltro molto comune a tutti: è stupro anche se denunci dopo.

- Advertisement -

Il cantante, pur non menzionando mai direttamente il nome di Beppe Grillo, ben fa intendere che si riferisse proprio a lui, che ha pubblicato un video in cui, in difesa del figlio accusato di stupro, ha più volte sottolineato il fatto che la ragazza non abbia denunciato subito. “Questo cosa c’entra?” ha giustamente risposto il popolo del web. E tra tutta l’ondata di indignazione generale, spicca anche la voce del frontman, che ha infatti dichiarato:

Non sono io il pubblico ministero, e non sta a me giudicare l’innocenza o la colpevolezza, quello lo farà chi di dovere. Voglio soltanto parlare alle persone che avvalorano la tesi secondo la quale se uno stupro viene denunciato dopo otto giorni allora non era stupro. Non è così. Ci sono persone, soprattutto donne, che si rendono conto del fatto anche molto tempo dopo e trovano il coraggio di denunciare anche molto tempo dopo.“, fa notare il frontman in una storia di Instagram. E aggiunge: Siamo abituati a pensare che molte cose siano legittime quando in realtà non lo sono, c’è un problema proprio di fondo e di educazione. Quindi vi prego di informarvi e di astenervi da dichiarazioni tanto disumane“.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.