Dieta a tempo: qual è l’ora giusta per mangiare?

La dieta a tempo o a ore aiuta a tenere sotto controllo il peso, ma anche i trigliceridi e il glucosio favorendo il consumo dei pasti serali in ore non troppo tardive

Dieta metabolismo
photocredit:pixabay

Tra le tante diete ipocaloriche oggi in voga ne emerge una che incuriosisce e sembra avere un’efficacia legata non solo agli alimenti scelti e alla loro combinazione ma anche al momento della giornata in cui certi cibi vengono mangiati. La dieta a tempo o ore è legata soprattutto a delle dinamiche temporali che sono molto importanti e che vanno rispettate con severità per ottenere i risultati sperati.

Secondo un recente studio made in Usa pubblicato su Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism per dimagrire in modo efficace oltre a selezionare alimenti sani è opportuno limitare il consumo di cibo nel pasto serale. La cena è infatti il pasto che andrebbe fatto in modo più leggero e non troppo tardi. Lo studio ha infatti preso in considerazione un campione di individui, persone su cui è stato registrato una variazione del metabolismo legata al consumo non troppo tardi del pasto serale.

La cena mangiata oltre un orario provoca non solo un rallentamento del metabolismo ma anche una variazioni dei trigliceridi e del glucosio. Si è anche notato una capacità ridotta di smaltire i grassi con conseguenze negative sull’eventuale perdita di peso.

Dieta a tempo: spuntino tardo pomeriggio, cena prime ore della sera

La dieta a tempo consiglia di consumare uno spuntino proteico nel tardo pomeriggio come uno yogurt greco con della frutta secca e la cena nelle prime ore della sera, il tutto ovviamente non solo favorirà la perdita di peso ma terra sotto controllo anche la fame che può comparire nelle ore notturne e che potrebbe vanificare tutti gli sforzi alimentari che si sono fatti durante il giorno.

La ricerca statunitense apporta notevoli novità in ambito alimentare, aiuta a strutturare schemi di diete alternate e sicuramente più complete e meno complicate.