Digiuno intermittente: pro e contro della dieta della star

La particolarità del digiuno intermittente riguarda il conteggio delle ore in cui si può mangiare e bere.

Il digiuno intermittente è un regime alimentare utile per dimagrire e prevenire le infiammazioni dell’organismo. Esaminiamone i pro e i contro.

Digiuno intermittente: come funziona?

Chi volesse cominciare il digiuno intermittente deve sapere che questo tipo di regime alimentare finisce per cambiare l’organizzazione della giornata o della settimana. Prevede infatti il conteggio delle ore in cui si può mangiare e bere. Per quanto riguarda il bere, le indicazioni sono di limitarsi ad acqua, tè non aromatizzati e caffè senza zucchero. In merito al digiuno, poi, c’è da dire che diversi esperti del settore, primo fra tutti Umberto Veronesi, lo reputano utile. Il digiuno apporta benefici al nostro organismo, tra cui la riduzione delle malattie infiammatorie.

- Advertisement -

Gli stessi esperti sono però d’accordo che costruire da sé il proprio digiuno è rischioso. Ci sono regole che non valgono per tutti e che dipendono da differenze fisiche, dallo stile di vita ed altro ancora ed è sempre consigliabile rivolgersi a un esperto.

Pro e contro

Come tutte le cose, anche il digiuno intermittente ha i suoi pro e contro. Tra i pro troviamo il fatto che abbassi i livelli di insulina nel sangue e rallenti lo stress ossidativo. Non intacca poi la massa muscolare e diminuisce l’ormone della fame, aumentando quello della sazietà. I contro sono la mancanza di un unico schema che si adatti a tutti. Esso andrebbe tarato in base alle esigenze e allo stile di vita di chi ne beneficia. Il digiuno intermittente può rivelarsi pericoloso per chi soffre di disturbi alimentari e non è adatto ai giovani in fase di sviluppo e donne in gravidanza o che allattino.

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...