Dimenticò il piccolo Luca in auto: perito lo scagiona ”amnesia temporanea”

andrea

Andrea Albanese, l’uomo, di 40 anni, che  il 4 giugno 2013 dimenticò nell’auto il figlio di 2 anni, trovato morto da lui stesso dopo 9 ore nella Citroen parcheggiata davanti al luogo di lavoro in periferia a Piacenza. E’ stato scagionato dal perito Corrado Cappa, psichiatra nominato dal giudice di Piacenza Giuseppe Bersani nel procedimento per la morte del piccolo Luca. La perizia effettuata dal psichiatra ha stabilito che l’uomo era completamente incapace d’intendere e di volere per il verificarsi di una transitoria amnesia dissociativa.

Quasi un anno fa Andrea dimenticò in auto, alla periferia di Piacenza, suo figlio, Luca, di soli 2 anni. Il bambino rimase per ore sotto il sole; nell’abitacolo dell’autovettura con una temperatura che sfiorò i 40°. La sua vita pian piano si spense, fino a quando l’uomo si ricordò del suo bambino, ma ormai era troppo tardi. Quella mattina doveva portare Luca al nido ma come un black out lo lasciò in macchina dimenticandosi completamente di lui.

Si ipotizza che la causa finirà con una richiesta di archiviazione in quanto Andrea Albanese per i due psichiatri non è imputabile per quanto accaduto.

Nel frattempo l’uomo e la moglie Paola, hanno donato un defibrillatore alla città di Piacenza, “Lo dedichiamo a Luca. Con soldi nostri e con i fondi raccolti durante la messa abbiamo pensato fin da subito di fare qualcosa per ricordare Luca decidendo di dare in beneficenza la somma raccolta.

 

Potrebbero interessarti anche