Elena Morali vacanze rovinate: derubata e truffata per 5 mila euro

Elena Morali è stata truffata e derubata: le sono stati sottratti dal conto che ha in comune con la sorella tantissimi soldi

Elena Morali ha reso noto d’essere stata derubata e truffata per un cifra che si aggira intorno ai 5 mila euro. L’ex protagonista della recente edizione de La Pupa e il secchione show si trova attualmente in vacanza a Sharm el Sheik con il fidanzato Luigi Mario Favoloso, un soggiorno rovinato a causa di una truffa online.

L’influencer ha riferito che la sorella Chiara, con cui condivide un conto in una banca online, ha ricevuto una finta telefonata dove le chiedevano tutte le informazioni del conto corrente per attivare una maggiore tutela e protezione. La giovane ha fornito tutti i dati e nel giro di pochi minuti sono stati sottratti i soldi. La Morali ha riferito che l’ammontare è stato speso in alcuni negozi di Napoli con la possibile collaborazione dei titolari degli esercizi commerciali.

- Advertisement -

Molto probabilmente i negozianti erano d’accordo con il ladro visto che nessun commerciante permette di spendere cifre diverse nella stessa attività in poco tempo”, ha dichiarato l’ex Pupa che ha anche fatto i nomi delle varie attività coinvolte. La Morali ha poi fatto notare di non aver ricevuto nessuna assistenza dalla sua banca e ha sconsigliato vivamente a tutti i suoi followers di affidarsi all’istituto di credito in questione.

Elena Morali derubata online come Francesco Chiofalo

Elena Morali è stata derubata come Francesco Chiofalo. Anche il personal trainer qualche settimana fa ha subito una truffa simile fornendo i suoi dati bancari al telefono. L’ex Pupo ha riferito di aver fornito i dati del suo conto per ottenere protezione da eventuali hackeraggi, subito dopo il contatto telefonico i suoi soldi sono stati trasferiti in un conto in Thailandia.

- Advertisement -

Chiofalo ha contattato immediatamente il suo avvocato ma a quanto pare a poco è servito. Francesco ha denunciato l’accaduto e ha invitato tutti a non dare proprio informazioni via telefono, ma di stare attenti e contattare la dirigenza della propria banca.