Eliot Summer, figlia di Sting, confessa la propria omosessualità

PR Image (3)-khCG-U43210692771303VWG-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

“Sognavo di fare la cuoca”. Eliot Summer, modella e musicista, figlia di Sting, noto cantautore britannico e dell’attrice Trudie Styler, racconta il suo rapporto con la compagna Lucie Von Alten, una indossatrice affermata. Le due ragazze attualmente sono impegnate in cortometraggio per una nota marca automobilistica tedesca, dirette dal regista Christian Larson, autore di videoclip per star come Beyonce, Jay-Z, Kylie Minogue e Lady Gaga. Uno spot che non ha nulla a che vedere con la donna oggetto, semmai l’inizio di una nuova era in cui le donne sono forti e impavide, e non devono chiedere nulla all’uomo.

Eliot è nata a Pisa, in Italia, luogo dove quattro anni fa ha conosciuto la sua compagna di vita durante una festa organizzata dall’amico Matteo, un giovane italiano dj e produttore.

Loading...

«Ci vorrebbero più super eroi gay nei videogame». Eliot ha il sostegno dei suoi familiari, che non le hanno mai impedito di manifestare i suoi veri sentimenti nei confronti dei partner dello stesso sesso. Adesso si sente pronta ad affrontare le proprie sfide con lealtà e serenità, senza nascondersi dietro a falsi sorrisi e alla cattiveria della gente. Viene spesso nel nostro Paese, a Milano e in Toscana, dove i suoi genitori possiedono una casa immersa nel verde. Adora la nostra cucina, soprattutto la pasta con olio, aglio e peperoncino. Da piccola sognava di fare la cuoca. Il suo talento è stato scoperto quasi per caso in giovane età, aveva 17 anni quando firmò il suo primo contratto discografico con il gruppo “I Blame Coco”.

Eliot Summer non è una star, è poco mondana, e non vuole far pesare il suo cognome importate.

ANTONIO AGOSTA

Potrebbero interessarti anche