Esenzione ticket 2020: cos’è e come richiederla

Tutte le novità per ottenere l'esenzione ticket, patologie, gravidanza, test Hiv

Esenzione ticket 2020, cos’è? come funziona?

Il sistema sanitario nazionale prevede che tutti i cittadini possano accedere gratuitamente alle prestazioni sanitarie di qualunque tipo a patto di corrispondere, in baso al tipo di visita o esame richiesto, il pagamento di un ticket. Alcuni cittadini però, a seconda dei casi, sono esenti dal pagarlo. L’esenzione del ticket sanitario quindi è concesso solo in alcuni casi. Vediamo insieme quali sono le malattie e in quali casi è concessa l’esenzione ticket:

  • esenzione ticket per malattie croniche;
  • esenzione ticket sanitario per invalidità;
  • esenzione ticket per reddito;
  • esenzione per malattie rare;
  • esenzione ticket per gravidanza;
  • Test Hiv;
  • Diagnosi precoce tumori;

Esenzione ticket novità 2020 altre patologie

Sulla base del decreto del 12 gennaio 2017 è stato ampliato l’elenco delle patologie che beneficiano dell’esenzione ticket. Ecco le nuove patologie:

  • Bronco-pneumopatia cronico ostruttiva moderato grave e molto grave;
  • osteomielite cronica;
  • patologie renali croniche;
  • rene policistico;
  • endometriosi;
  • sindrome da talidomide;

Altre malattie rare incluse nell’esenzione:

  • celiachia;
  • sindrome di Down;
  • sindrome di Klinefelter;
  • connettiviti indifferenziate;
  • sclerosi sistemica progressiva;
  • miastenia grave;

Altre novità esenzione ticket

  • trapianti di fegato:
  • per chi ha donato un organo;
  • ipertensione arteriosa;
  • ipertensione arteriosa con danno d’organo;

Cosa serve per richiedere l’esenzione del ticket

Per richiedere l’esenzione del ticket sanitario per patologia serve:

Un certificato medico da presentare all’ASL di residenza che attesta la presenza di una o più malattie incluse d.m. 28 maggio 1999. Il certificato per essere valido deve essere rilasciato obbligatoriamente da un presidio ospedaliero o un ambulatorio. O in alternativa vanno bene:

  • copia della cartella clinica rilasciata dall’ospedale;
  • copia del verbale di invalidità;
  • copia della cartella clinica rilasciata da una struttura ospedaliera privata accreditata;
  • certificati delle commissioni mediche degli ospedali militari;
  • certificazioni rilasciate da istituti sanitarie pubbliche di paesi appartenenti all’Unione Europea

Sulla base di questa certificazione l’ASL poi provvederà a rilasciare l’attestato di esenzione indicante la malattia o condizione con il relativo codice e le prestazioni che serviranno per usufruire dell’esenzione del ticket sanitario 2020.

Esenzione ticket 2020 invalidità

Le categorie di invalidi che beneficiano dell’esenzione del ticket sanitario sono regolate dall’articolo 6 del 1 febbraio 1991. Lo stato e il grado di invalidità devono ovviamente essere riconosciuti da una commissione medica dell’azienda locale. Ecco chi è interessato all’esenzione del ticket:

  • invalidi di guerra e per servizio appartenenti alle categorie dalla I alla V;
  • invalidi civili ed invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3;
  • invalidi civili con indennità di accompagnamento;
  • ciechi e sordomuti;
  • ex deportati nei campi di sterminio nazista;
  • vittime atti di terrorismo o criminalità;

Ticket sanitario 2020 esenzione gravidanza

Per quanto riguarda l’esenzione ticket per la gravidanza è possibile ottenere visite gratuite senza dover sostenere costi per visite specialistiche e diagnostiche. Nello specifico il decreto prevede che siano gratuite le prestazioni come:

  • visite mediche periodiche ostetrico-ginecologiche;
  • alcune analisi da eseguire prima del concepimento per escludere la presenza di malattie o difetti genetici;
  • accertamenti diagnostici per il controllo della gravidanza fisiologica;

Esenzioni test HIV

E’ previsto l’esenzione ticket 2020 anche per chi si sottopone ai test Hiv, è possibile farlo gratuitamente, in modo anonimo in tutte le strutture pubbliche. Non serve nessuna prescrizione specifica in particolare per le persone straniere che non hanno il permesso di soggiorno possono effettuare tranquillamente il test gratuito.