Ex marito spende troppo per l’amante. La Cassazione dà ragione alla ex moglie e dispone un tutore

L'uomo non rispettava gli obblighi economici stabiliti in sede di separazione, così la ex moglie si è rivolta al tribunale che le ha dato ragione. Hanno nominato un tutore affinché l'uomo provveda al mantenimento concordato della ex

Ferrara. Una coppia di coniugi, come tanti, si separa e vengono definiti i termini della separazione e quantificati gli alimenti da corrispondere alla ex moglie. Inizialmente, tutto procede bene, poi l’uomo comincia a non rispettare le scadenze.

La Corte di Cassazione di Roma ha dato ragione alla ex moglie che si è rivolta alle istituzioni per far valere i suoi diritti di ex coniuge. Infatti, l’ex marito non stava rispettando il versamento mensile degli alimenti concordati in sede di atto di separazione coniugale. Stando alle dichiarazioni della donna, inoltre, la ragione di questo inadempimento non erano difficoltà economiche, bensì il fatto che l’ex marito fosse troppo impegnato a spendere ingenti quantità di denaro per regali e viaggi con la nuova fiamma. Stava rischiando di dilapidare il suo patrimonio stimato in 500mila euro.

- Advertisement -

Il giudice ha effettivamente disposto che l’uomo ridimensioni le sue spese in quanto, pur essendo libero come tutti noi di utilizzare le proprie risorse economiche come desidera, non deve mai mancare a budget il versamento dell’assegno di mantenimento in favore della ex moglie.

Per aiutarlo a rispettare gli impegni presi e stabiliti per legge, il tribunale ha disposto la nomina di un tutore, pertanto, l’uomo è stato messo in regime di amministrazione controllata.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.