Giornata Wall Street nera per le società tecnologiche: da Apple a Microsoft

Giù le società hitech più importanti su Wall Street, la ripresa dal Covid produce un effetto transitorio sulla loro economia, ci sono però anche altri fattori

Una giornata nera per i colossi tecnologici che hanno registrato su più fronti delle perdite, iniziando da Wall Street. Li elenca l’Ansa: Apple -4,74%, Amazon -2,16%, Google -2,39%, Facebook -1,26%, Microsoft -2,03%. “Sulla corsa al ribasso” si legge nell’agenzia, “pesano i crescenti timori degli investitori sulle loro elevate valutazioni mentre i tassi di interesse sono bassi e l’economia mondiale si avvicina ad una apertura.

Come può essere che la riapertura delle economie grazie alle campagne vaccinali e alla migliore gestione della pandemia provochi il ribasso delle compagnie tecnologiche? In economia si studia l’effetto conseguenza in tutti i suoi fattori, i colossi tech sono riusciti a crescere, sopravvivere e produrre nuovi prodotti o servizi per sostenere i paesi in quest’anno drammatico.

- Advertisement -

Amazon ha ampliato e reso più efficiente i servizi di spedizione; Google, Microsoft e Facebook hanno fornito servizi per informazioni ma anche per favorire le comunicazioni, le videoconferenze, gli scambi commerciali, le reti professionali. Tutto ciò che è stato accelerato anche in alcuni comparti delle grandi società potrebbe non correre più come prima o essere cancellato o modificato.

I dati Dasdaq e l’attesa su Jerome Powell

Il listino dei titoli tecnologici è negativo anche nel Nasdaq con il -3%, sul Down Jones la perdita è minore di mezzo punto. Alcuni analisti considerano anche i timori legati all’inflazione americana, nei prossimi giorni è previsto un rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato su cui gli investitori punteranno maggiormente piuttosto che sulle società tecnologiche.

- Advertisement -

Si attende il resoconto semestrale sull’economia statunitense della Federal Reserve al Senato Usa. Le considerazioni di Jerome Powell peseranno anche sulle borse europee che oggi insieme a Wall Street hanno ceduto di qualche punto: Milano -1%, Francoforte -1,33%, Parigi -0,30%, Londra -0,42%. Lo spread tra BTP italiano e Bund tedesco si alza a 06 punti con il nostro rendimento decennale dello 0,66%. Oggi l’Istat ha fornito nuovi dati industriali del 2020, segnala per l’Itala un fatturato minore dell’11,5%.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter