I 10 sintomi della disidratazione da non sottovalutare mai

Scopriamo insieme come proteggerci dalla disidratazione seguendo questi consigli e riconoscendo i sintomi

L’acqua è vita e senza non esisteremmo. Il nostro corpo è composto dal 60% di acqua e per mantenerci in forma dovremmo bere ogni giorno almeno 2 litri. L’ideale sarebbe assumere una parte al risveglio, un’altra parte prima di pranzo, la terza parte a metà giornata e l’ultima prima di cena. Il tutto sempre non meno di 30 minuti prima di consumare il pasto.

10 sintomi della disidratazione a cui prestare attenzione

Vediamo insieme come non sottovalutare i sintomi della disidratazione e capire cosi l’importanza dell’acqua per il nostro organismo. Ne abbiamo elencati dieci.

PELLE SECCA

La pelle secca è uno dei primi segnali che ci indica la mancanza di acqua, si consiglia di bere qualche bicchiere in più per idratarci.

BOCCA SECCA

Avere la bocca secca è un segnale ovvio ma molto spesso ignorato. Una bocca secca porta al desiderio di consumare immediatamente una bevanda gassata ma è esattamente il contrario, si tratta di una chiara richiesta del corpo di avere più acqua.

OCCHI SECCHI

Gli occhi secchi sono il sintomo di una disidratazione ci si sente stanchi con gli occhi gonfi e arrossati è bene quindi idratare subito il nostro corpo.

URINA SCURA

L’urina chiara indica un’ottima idratazione, al contrario quella scura indica una disidratazione.

STITICHEZZA

La stipsi rientra tra i sintomi di disidratazione dell’organismo. Le fibre sono fondamentali per la regolarità dell’intestino, ma anche una buona dose di liquidi aiuta ad ammorbidire le feci, favorendo l’evacuazione.

FAME

In caso di eccessiva sete il nostro corpo può inviare al cervello un messaggio sbagliato quello di avere tanta fame. Se si mangia molto e si sente ancora la fame è opportuno bere un bel bicchiere di acqua.

DOLORI ARTICOLARI

Ebbene si la disidratazione può comportare dolori articolari e può rendere il sistema immunitario debole perchè la mancanza di acqua fa si che le tossine non vengano espulse che sono le sostanze principali che non ci permettono di riprenderci.

CAPOGIRI

Quando siamo in carenza idrica la nostra pressione sanguigna diminuisce. Il calo della pressione nel sangue può ridursi a tal punto da causare un collasso cardiocircolatorio, con sintomi quali capogiri, svenimenti e perdita di coscienza. Se ti senti stordito o avverti un capogiro quando ti alzi in piedi velocemente, bevi un po’ d’acqua a piccoli sorsi e vedrai che ti sentirai meglio.

SCARSA PERFORMANCE SPORTIVA

Quando si ha una riduzione della resistenza alla fatica durante l’esercizio fisico, può considerarsi come un chiaro sintomo di disidratazione.

Se il tuo organismo sta soffrendo una carenza di liquidi, si riduce la pressione sanguigna e il tuo cuore è obbligato a un sovraccarico di lavoro. Ecco che anche la tua performance sportiva subisce un calo. L’acqua è necessaria per ossigenare il sangue e aiuta il trasporto di sostanze nutritive alle cellule del muscolo.

STANCHEZZA

Se ci si sente stanchi confusi e si urina poco questo è senza dubbio un altro sintomo della disidratazione uno dei più gravi. Non bisognerebbe mai raggiungere questo livello.

Leggi anche: Bere acqua aumenta le capacità cognitive nei bambini