I bambini contraggono meno il Covid: perché?

Il sistema immunitario dei bambini è più veloce a reagire

Come forse saprai, il COVID-19 colpisce le persone in modo diverso. Non tutti corrono lo stesso rischio di complicazioni e morte degli altri. Mentre le persone anziane si trovano in un gruppo particolarmente ad alto rischio, i bambini raramente contraggono il COVID-19 e anche, fortunatamente, quelli che hanno complicazioni sono eccezionalmente rari.

La dott.ssa Melanie Neeland, una degli autori di questo nuovo studio, ha spiegato: “I bambini hanno meno probabilità di contrarre il virus e fino a un terzo sono asintomatici, il che è sorprendentemente diverso dalla maggiore prevalenza e gravità osservata nei bambini per la maggior parte degli altri virus respiratori”. Ma perché è così? Gli scienziati hanno deciso di studiare come i giovani sistemi immunitari riescano a proteggere i bambini da questa malattia pandemica. Gli scienziati hanno prelevato campioni di sangue di 48 bambini e 70 adulti in 28 famiglie di Melbourne infettate o esposte al virus SARS-CoV-2, che causa la malattia COVID-19. I ricercatori hanno analizzato quei campioni, prestando molta attenzione alle risposte immunitarie alle infezioni. Gli scienziati volevano vedere qual è la differenza tra la risposta COVID-19 di adulti e bambini. Hanno scoperto che la risposta COVID-19 nei bambini era caratterizzata dall’attivazione dei neutrofili, globuli bianchi specializzati nella guarigione dei tessuti danneggiati e nella risoluzione delle infezioni.

- Advertisement -

I bambini hanno anche reagito più rapidamente all’infezione da COVID-19 con un aumento dei monociti – cellule dendritiche e cellule killer naturali del sangue. Tutto sommato ciò significa che il sistema immunitario dei bambini è stato più veloce a reagire, affrontando rapidamente il virus e rimuovendo l’infezione prima che fosse in grado di prendere piede. Questo è il motivo per cui le infezioni gravi da COVID-19 sono molto rare tra i bambini.

Lo stesso tipo di risposte non sono state osservate negli adulti, motivo per cui i bambini sono più comunemente pazienti COVID-19 asintomatici, senza febbre, perdita del senso del gusto, mal di testa o altri sintomi comuni di COVID-19. Questa informazione è molto importante nel contesto di COVID-19, ma è anche utile per la preparazione a future pandemie. La pandemia di COVID-19 scomparirà presto. Non domani, non dopodomani, ma un giorno non in un futuro così lontano.

- Advertisement -

Tuttavia, dobbiamo essere preparati per future pandemie, che sono inevitabili. Comprendere i gruppi a rischio e le misure di prevenzione efficaci è importante, perché ci aiuterà a essere più preparati e pronti.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.