I Ferragnez infuriati per i post di odio. Chiara contro la Maglie: “Poco professionale”

Pioggia di odio per Fedez e Chiara, e anche la Maglie di scaglia contro di loro con dichiarazioni raggelanti: "Chiara Ferragni in depressione post partum"

Continua la polemica sulla vaccinazione della nonna di Fedez. Una polemica sterile e insensata, dato che quel vaccino alla nonna di Fedez spettava di diritto. E allora Fedez, nelle sue stories Instagram, decide di intervenire: “Il sistema di prenotazione fa acqua da tutte le parti, io non ho sbagliato nessuna prenotazione” (riferendosi al fatto che la regione si fosse giustificata sostenendo di non aver ricevuto la prenotazione della nonna).

Poi aggiunge: “Questa scusa fa acqua da tutte le parti, sul sito di Aria quando si compila la richiesta per il vaccino, il comune di residenza viene messo in automatico”, spiega il cantante. 

- Advertisement -

Anche Maria Giovanna Maglie ha fatto una dichiarazione a freddo che ha lasciato molti sgomenti (alla faccia della solidarietà femminile, verebbe da commentare). L’opinionista avrebbe detto:

“La depressione post partum di Chiara Ferragni produce denunce politiche feroci alla Lombardia. Sempre la vecchia storia di fare il proprio mestiere (si fa per dire)…”. Un autogol che in pochi, in effetti, a giudicare dai tweet di riposta, le hanno perdonato. A pensarci bene, tirare in ballo la depressione post partum non è certamente stata una scelta signorile, ma più uno spettegolare inutile e fine a se stesso che non ci si sarebbe aspettati di certo di sentire da un’opinionista che tutte le sere viene chiamata a dire la sua su emittenti nazionali. Uno scivolone? Sì.

- Advertisement -

Ma Chiara Ferragni ha replicato : “E per la giornalista che mi ha diagnosticato una depressione post partum via Twitter per il fatto di essermi esposta vorrei dire che così non solo risulta poco professionale (si è trasformata in medico in un tweet in cui afferma che ognuno debba fare il proprio lavoro) ma anche completamente fuori luogo ridicolizzando una situazione molto grave e invalidante che colpisce almeno il 10/15% delle donne e che deve assolutamente essere presa sul serio”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.