Perché il tasto “Mi Piace” è sparito da Facebook?

Lanciato il test sul social network

Tasto Mi Piace
PhotoCredit: Pixabay

Negli ultimi giorni, molti utenti hanno notato che il tasto “Mi Piace”, è sparito da alcune Pagine Facebook.
Non si tratta di un bug, per una volta, ma di un test che Facebook sta effettuando proprio sulla struttura delle sue Pagine fan. La rimozione del tasto, in realtà era iniziata prima per alcune pagine pubbliche, e solo sull’app mobile. In seguito, è stata poi estesa ad altre Pagine, come quelle di personaggi pubblici, attori, creators, media o case editrici. Vediamo il perché si questa scelta.

Leggi anche: Come eliminare l’account di facebook ecco cosa fare prima

Obiettivo: semplificare

Esatto, l’obiettivo di questo test è quello di rendere le pagine meno complesse e più semplici da utilizzare per gli utenti. Per questo motivo, Facebook ha pensato di ricreare un nuovo layout più immediato, con accesso diretto alle informazioni, alla biografia e ai post della Pagina. Il tasto “Mi Piace”, è stato dunque sostituito dal “Segui”, con un contatore di follower totali, simile all’interfaccia di Instagram.

Questo perché spesso gli utenti tendono a mettere il “Mi Piace” ad una Pagina Facebook, magari di un amico o di un parente, senza però seguirla davvero. Tale comportamento porta con il tempo, alla scomparsa di molte Pagine dal News Feed degli iscritti. Il motivo è proprio perché non si è interessati a seguire quel tipo di contenuti. Nell’algoritmo che regola i post che appaiono nella News Feed, un semplice tasto “Segui”, porterebbe solo un pubblico realmente interessato a vedere post e attività.

Gestione delle Pagine

Questa semplificazione è importante non solo per permettere all’utente di ricevere aggiornamenti adeguati ai suoi interessi, ma anche per gli admin e i gestori delle Pagine Facebook, che avrebbero meno difficoltà a valutare le statistiche Insight di “Mi Piace” e “Segui”. Rimuovendo il tasto Mi Piace, chi gestisce la Pagina potrà lavorare meglio sui gusti dei propri fan, che sono davvero interessati ai suoi contenuti, e riadattare il proprio piano redazionale in base alle esigenze.

Infine, i gestori potranno dare facilmente i permessi di accesso come admin, basandosi su specifici compiti da assegnare. Facebook sta lavorando anche ad un aggiornamento della schermata “Edit Access”, dove si potranno dividere i compiti relativi al mantenimento dalla pagina tra chi crea contenuti, chi risponde ai commenti e ai messaggi e chi si occupa solo della pubblicità e delle sponsorizzazioni Ads.