Il trucco del calabrone per addormentarsi velocemente

La difficoltà a prendere sonno può essere risolta con il metodo del calabrone. Provare per crederci.

Non riuscire a dormire o non riposare in modo adeguato significa aumentare i livelli di stress e peggiorare la qualità della vita. La difficoltà ad addormentarsi e un sonno agitato sono preludio di stanchezza diurna, irritabilità, difficoltà di concentrazione e incapacità di memorizzazione.

Se il vostro problema è che vi girate e rigirate nel letto per ore prima di prendere sonno dovete provare il trucco del calabrone. Sappiamo che siete delusi dai tanti precedenti tentativi – contare le pecore, digitare lievi pressioni su determinate zone del corpo, respirare con tecniche svariate – ma provare la nuova tecnica potrebbe significare una svolta sorprendente.

- Advertisement -

La tecnica del calabrone, come funziona

Il metodo del calabrone aiuta ad addormentarsi più velocemente e aumenta i livelli di serotonina. Il trucco è stato condiviso da Sammy Marco, un’esperta del sonno, e consiste nel ronzare come un’ape per aumentare la serotonina. Fondamentale anche il contesto. Bisogna spegnere le luci, sdraiarsi comodamente sulla schiena e poi iniziare ad emettere il suono di un calabrone per circa dieci minuti.

Nello specifico si deve prima inspirare e poi canticchiare mentre si espira. Questa tecnica permette di rilassare la mente e liberarsi delle emozioni negative accumulate durante la giornata. Nel frattempo aumenta lo stimolo della serotonina chimica del cervello, l’ormone responsabile del miglioramento dell’umore.

- Advertisement -

Per rendere la tecnica ancora più efficace può essere utile, secondo l’esperta del sonno, creare un rituale rilassante della buonanotte. Bere un bicchiere di latte caldo oppure leggere un libro o curare la pelle. L’importante è che si dedichi del tempo – da 30 minuti ad un’ora – per rilassare corpo e mente prima di mettersi a letto.