Infermieri no vax, la decisione dell’Inail: “Hanno diritto a infortunio”

L'INAIL ha deciso: "l'illiceità del comportamento non preclude comunque in alcun modo la configurabilità dell'infortunio come evento indennizzabile"

L’Inail ha preso la sua decisione definitiva: gli infermieri no vax hanno comunque diritto ad essere risarciti, nel caso in cui dovessero contrarre il virus sul posto di lavoro.

Nella lettera dell’Inail si legge: “Sotto il profilo assicurativo il comportamento colposo del lavoratore, in cui rientra anche la violazione dell’obbligo di utilizzare i dispositivi di protezione individuale, non comporta di per sé l’esclusione dall’operatività della tutela prevista dall’assicurazione gestita dall’Inail”.

- Advertisement -

E ancora: “Il comportamento colposo del lavoratore può invece ridurre oppure escludere la responsabilità del datore di lavoro” chiarisce infatti il documento, “ma non comporta l’esclusione della tutela assicurativa apprestata dall’Istituto in caso di infortunio“.

Chiarisce infatti l’INAIL che “l’illiceità del comportamento non preclude comunque in alcun modo la configurabilità dell’infortunio come evento indennizzabile, in quanto la colpa dell’assicurato costituisce una delle possibili componenti causali del verificarsi dell’evento”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...