Istat, aumenta l’export, +22,7% a febbraio

L'Istat però sottolinea l'aumento del deficit energetico

L’Istat (Istituto Nazionale di Statistica) stima che il deficit energetico italiano sia triplicato in un solo anno, calcolando complessivamente la perdita di 7,263 miliardi. L’anno scorso si erano registrate perdite di 2,213 miliardi di euro.

Istat: a febbraio cresce l’export verso i paesi extra Ue

In dodici mesi l’Italia è passata da un avanzo commerciale promettente ad un disavanzo di 2,662 miliardi. Una perdita favorita anche dalla situazione geopolitica nel quale l’energia, più in particolare il gas russo, ricopre un ruolo fondamentale.

- Advertisement -

L’istituto ricorda inoltre che a febbraio 2022, quindi due mesi fa, aumenta la crescita dei flussi commerciali verso l’esterno e al contempo le importazioni tocca un promettente 5,4% rispetto allo scorso anno.

Su base annua la crescita dell’export è del 22,7%, con un forte aumento delle vendite sia verso l’area dell’Unione Europea sia verso i mercati extra europei. Le importazioni aumentano del 44,9% verso l’Eurozona, mentre al di fuori del continente si assesta attorno al 69,6%.

- Advertisement -

Prosegue intanto la crescita dei prezzi all’import che secondo l’Istat “si confermano in accelerazione su base annua (+18,5%, da +17,5% di gennaio); spinti in particolare dai rialzi dei prezzi dei prodotti energetici nell’area non euro” per i quali il rincaro è fissato sull’86,5%.

Ucraina è Ucraina

Dal 27 al 31 maggio il Circolo Filologico Milanese e Associazione Boristene presentano, nella prestigiosa sede della sala Liberty del Circolo Filologico Milanese, la manifestazione Ucraina...