KFC vuole realizzare nuggets stampati in 3D. Ecco come

Siglato un accordo con la russa 3D Bioprinting Solutions per nuggets stampati in 3D

KFC
PhotoCredit: Pixabay

La catena statunitense di fast food KFC, ha deciso di rivoluzionare completamente la sua industria. Come? Con la realizzazione di crocchette di pollo stampate in 3D. Gli sfiziosi nuggets di pollo in futuro saranno prodotti tramite cellule coltivate in laboratorio, senza utilizzo di veri polli. Una grande svolta per l’ambiente ed una bellissima notizia per chi ama gli animali.

KFC: ecco l’idea dei nuggets stampati in 3D

La nuova pensata della KFC profuma di rivoluzione. La famosa catena di fast food ha infatti siglato un accordo con la società russa 3D Bioprinting Solutions. L’obiettivo è realizzare i gustosi nuggets attraverso la stampa 3D. In questo modo la carne verrà prodotta partendo da cellule di pollo cresciute in laboratorio e senza utilizzare gli animali. La KFC provvederà poi a fornire impanatura e spezie per non alterare il sapore tradizionale delle crocchette. Il primo test è in programma a Mosca in autunno e se l’esito sarà positivo, questa idea potrebbe cambiare totalmente la concezione del cibo e la sua produzione. In passato, il fast food aveva già avviato una semi-sperimentazione, all’interno della sua strategia. Per il mercato americano, aveva infatti realizzato dei sostituti della carne, realizzati con alimenti vegetali.

Ora però si tratta di una rivoluzione vera e propria, destinata a rivalutare gli aspetti ambientali ed etici dell’industria del cibo. L’iniziativa potrebbe infatti portare ad una notevole riduzione dell’inquinamento, nonché dello sfruttamento animale, come ad esempio, il fenomeno degli allevamenti intensivi. Effettivamente, è stato calcolato anche, che la stampa in 3D dei nuggets ridurrebbe i gas serra di 25 volte e porterebbe inoltre al dimezzamento del consumo di energia previsto dalle forme di allevamento tradizionali, oltre al fatto, fondamentale, che non verrebbero usati animali.