La NASA sta testando un trapano per cercare la vita su Marte

La Nasa sta progettando un trapano speciale per perforare il suolo presente sul Pianeta rosso per capire se ci sia vita su Marte

La NASA sta testando un trapano per scoprire se esiste la vita su Marte. I precedenti rover inviati sul pianeta rosso erano riusciti a scavare delle buche poco profonde. Attualmente la NASA sta progettando una sorta di trapano autonomo per scavare in profondità. Ovviamente lo strumento in questione sarà prima testato sul nostro Pianeta, da persone fisiche. L’obiettivo però è quello di creare un trapano che necessiti della minima gestione e che possa lavorare in modo quasi automatico. Gli scienziati controlleranno il Rover decidendo il luogo e quanti metri dovrá perforare il trapano.

L’obiettivo della NASA

Secondo molti scienziati è necessario perforare il suolo di Marte per capire se possa o meno esserci vita sul Pianeta. La risposta al quesito è fondamentale, in un futuro lontano infatti è possibile che l’uomo abbandoni la terra per colonizzare un diverso Pianeta.

- Advertisement -

In questo periodo la NASA sta testando il suddetto trapano in un luogo simile a Marte presente sulla terra: Il deserto di Atacama in Cile. Tale tecnologia è stata sviluppata da Honeybee Robotics in collaborazione con gli ingegneri della NASA. Il trapano è collegato ad un speciale rover che, una volta atterrato sul pianeta rosso, trasporterà tutta l’attrezzatura.

Il progetto ARADS (Atacama Rover Astrobiology Drilling Studies) è il primo passo della NASA per studiare nel miglior modo possibile se su Marte possa esserci vita. Questo è ciò che ha dichiarato Brian Glass, ricercatore di prima linea del programma ARADS.

- Advertisement -

Per esercitarsi nell’utilizzo del trapano e del rover che lo trasporterà sulla superficie di Marte, gli ingegneri della NASA lo stanno utilizzando sul nostro Pianeta. la precisione e la velocità saranno fondamentali in questa missione che epocale.

Per sapere se esistono delle forme di vita sul Pianeta rosso non ci resta che attendere i risultati trasmessi dal rover. Questa non è l’unica missione importante della NASA, entro il 2024 infatti essa ha promesso di portare nuovamente gli umani sul suolo lunare.