La rassegna per i 10 anni dalla scomparsa di Nino Manfredi

nino manfredi

Un grande attore merita una rassegna degna del suo nome. E’ questo l’intento della famiglia Manfredi che mira ad omaggiare il compianto artista. Da maggio a novembre si terranno una serie di eventi (concerti, spettacoli, mostre, proiezioni) a livello internazionale, all’interno della rassegna “Nino!” che celebra il decennale dalla scomparsa di Nino Manfredi. Non solo l’Italia, quindi, ma tutto il mondo è debitore nei confronti dell’attore scomparso il 4 giugno 2004.

L’idea parte dalla nipote Sarah Masten con l’appoggio di Erminia (moglie di Nino) e di tutta la famiglia Manfredi. La manifestazione è organizzata dalla Dalia Events in collaborazione con la Onni. Alcuni proventi delle celebrazioni di “Nino!” saranno devoluti alla onlus Viva la Vita per il sostegno dei malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), associazione in cui Erminia Manfredi è una collaboratrice. Molti sono gli enti che si sono uniti virtualmente alle iniziative in onore del versatile artista che fu attore, regista, doppiatore, musicista, cantante, scrittore; tra questi vi sono: Italian Trade Agency, Istituto Italiano di Cultura e Consolato Generale d’Italia di Los Angeles, Cineteca Nazionale, Centro Sperimentale, Cineteca di Bologna, Mostra del Cinema di Venezia, Rai Teche, Mediaset, Poste Italiane, Lavazza.

Loading...

Nino Manfredi

Alcuni giorni fa si è tenuta in Campidoglio la conferenza di presentazione della rassegna, alla presenza di volti noti, tra cui Pippo Baudo e Fioretta Mari. L’Assessore alla cultura della Regione Lazio Lidia Ravera, parlando a proposito del compianto artista, ha dichiarato: “Manfredi ha saputo intuire la tragedia sotto la commedia, l’orgoglio sotto l’umiltà, la malinconia sotto l’ironia. È stato un artista straordinario e sono felice che questa festa glocal lo possa degnamente ricordare”. Il primo evento è fissato per il 9 maggio a Los Angeles, nell’ambito delle iniziative culturali degli Academy of Motion Picture Arts & Sciences (gli Oscar); per l’occasione sarà proiettato, in versione restaurata, “Pane e cioccolata” (1974) di Franco Brusati per i 40 anni dall’uscita, film che rese celebre Nino Manfredi all’estero. Sempre a Los Angeles dal 12 al 16 maggio si terrà una retrospettiva dei suoi film.

In ambito nazionale, l’attore, regista e sceneggiatore Edoardo Leo (che nel 1998 fu uno dei protagonisti insieme a Nino Manfredi in “Grazie di tutto” per la regia di Luca Manfredi) è il testimonial scelto dalla famiglia Manfredi per il carattere e i modi simili a quelli dell’artista scomparso. Il regista Alessandro Benvenuti si occuperà di dirigere lo spettacolo tratto dal testo teatrale inedito scritto dal celebre attore. La vera inaugurazione della manifestazione si svolgerà il 7 giugno all’Auditorium Conciliazione di Roma dove il Maestro Roberto Gatto dirigerà un concerto jazz sulle note delle più importanti colonne sonore dei film di Manfredi, da “L’audace colpo dei soliti ignoti” a “Rugantino”, da “C’eravamo tanto amati” a “Nell’anno del signore” a “Le avventure di Pinocchio”. Per l’occasione, Edoardo Leo leggerà dei brani tratti dai film di Nino Manfredi. Il 14 giugno, nel paese natale dell’artista (Castro dei Volsci), verrà proiettato il film “Per Grazia Ricevuta” e sarà allestita una mostra permanente a lui dedicata.

Altra città protagonista della manifestazione “Nino!” sarà Bologna, la cui cineteca ospiterà una rassegna dedicata all’attore, durante i mesi di giugno e luglio. A settembre, in occasione della 71esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nella sezione “Venezia Classici”, verrà ospitata la versione restaurata dell’episodio “L’avventura di un soldato” tratto dal film “L’amore difficile” del ‘62, prima regia di Nino Manfredi che si ispirò ad un testo di Italo Calvino. Ad ottobre verrà allestita a Roma una mostra multimediale dedicata alla vita e alla carriera del grande attore e composta da circa 140 stampe; per l’occasione, sarà proiettato “80anni d’attore”, filmato inedito girato dal figlio Luca e messo a disposizione dal Centro Sperimentale di Cinematografia. Sempre a Roma, in contemporanea con la mostra multimediale, la Cineteca Nazionale organizzerà al cinema Trevi una retrospettiva con oltre 40 titoli interpretati da Manfredi, correlati da incontri ed eventi. Sarà poi la volta di New York per poi passare a Parigi, città che chiuderà la rassegna dal 26 al 30 novembre presso lo storico Cinema Arlequin.

Insomma, un insieme di eventi vari che rispecchiano la poliedricità dell’artista a cui sono dedicati. Serviranno queste grandi iniziative a far ricordare Nino Manfredi o a renderlo noto a coloro che non l’hanno mai conosciuto?

[youtube GMyZ31a8nQM nolink]