La saga di Harry Potter 8 film in un mese

Questo ultimo mese mi sono rivista tutti gli otto film di Harry Potter perché ero curiosa di vedere i cambiamenti tra una pellicola e l’altra in modo ravvicinato, tra il primo e l’ottavo.

Come sappiamo tutti Harry Potter è una serie di romanzi fantasy suddivisi in sette volumi, ideata dalla scrittrice J. K. Rowling all’inizio degli anni novanta e concretizzata tra il 1997 e il 2007.  In soli 10 anni (1997-2007), l’intera serie ha venduto un totale di 480 milioni di copie. I libri sono stati tradotti in 73 lingue tra cui il latino e il greco antico. Ha segnato un’intera generazione cresciuta facendo magie usciti da scuola.

La saga è la più remunerativa della storia e ha avuto un impatto fortissimo sulla cultura popolare di tutto il mondo (anche nella musica, dando vita addirittura ad un genere totalmente correlato alla serie, il wizard rock).

A dirigere però la saga abbiamo diversi registi: Chris Columbus, per i primi due film, Alfonso Cuarón, per il terzo, Mike Newell, per il quarto, David Yates, per gli ultimi quattro.

Ed è incredibile come si nota tantissimo questo cambio di regia dal primo, semplice film per bambini, all’ultimo sempre più “realistico” e spaventoso, la fotografia è sempre più scura e le scene sono sempre più violente ed epiche.

Memorabile, quasi da pelle d’oca, in Harry Potter e i doni della morte parte 2 la scena in cui la professoressa Mc Granitt invoca l’esercito di pietra per proteggere  Hogwarts da Voldemort.

Impeccabile anche Ralph Fiennes nell’interpretazione Di Lord Voldemort  che crea questo personaggio basandolo su una vulnerabilità quasi bambinesca invece che su una generica cattiveria da mago cattivo.

Certo è che chi ha letto i libri sicuramente il personaggio se lo immaginava in un altro modo e di una cattiveria molto più crudele e viscerale. Infatti forse per questo motivo forse per semplice divertimento sul web è possibile trovare moltissimi video che ridicolizzano la figura di Lord Voldemort: ad esempio 6minuti ininterrotti di  Avada Kedabra.

Deludente invece il finale con i protagonisti ormai grandi e sposati con figli. Purtroppo non ci crede nessuno che siano passati 19 anni e che questi tre siano diventati genitori e così invece di affezionarti al finale come dovresti scoppi in una grassa risata e dici:” Ma chi ci crede?”

Fatto però stupefacente di questo film è che alla maggior parte delle persone che hanno letto questo libro il film piace se invece non l’hanno letto la storia non appassiona più di tanto.

Domanda che però mi faccio adesso su queste tre piccole celebrità(Daniel Radcliffe, Rupert Grint e Emma Watson)che sono letteralmente cresciuti con Harry Potter: che ne sarà di loro? Io non me li immagino proprio adesso fare dei film “normali” mi aspetterei sempre che da un momento all’altro uno di loro tirasse fuori una bacchetta e urlasse “Stupeficium!” No, non si può fare. D’altra parte essere cresciuti nella celebrità e poi essere dimenticati deve essere uno shock mica da ridere.

Navigando un po’ su youtube alla ricerca di cose interessanti da scoprire su questa saga ecco che mi imbatto in questo video:

[youtube mvIv9XEINhM nolink]

che fa vedere come sono riusciti a girare alcune scene. Per me è stato interessantissimo, il lavoro che sta dietro ad un film è incredibile e molte volte lo diamo per scontato e lo consideriamo semplice ma ci sbagliamo non c’è nulla di più difficile che girare un film di buona qualità.

Potrebbero interessarti anche