La tecnologia degli Smart-speaker monitora la respirazione dei neonati

Un team di ricercatori ha realizzato uno smart speaker dalle funzionalità inaspettate

La tecnologia degli Smart-speaker monitora la respirazione dei neonati

Chi non ha sentito parlare degli smart speaker? i più famosi sono Google Home e Amazon Alexa. Essi sono utilissimi per diverse funzioni, dalle più basilari come mettere la musica ed impostare un timer alle connessioni con i diversi elettrodomestici. Con un comando vocale degli smart speaker, infatti, si può accendere o spegnere una smart tv, cambiare canale, o cambiare colore alle lampadine intelligenti.

Smart speaker testati sui neonati di un ospedale

Alcuni ricercatori dell’università di Washington, però, hanno sviluppato delle nuove funzionalità per questi dispositivi ancora più interessanti e funzionali. Si tratta di una nuova tecnologia studiata appositamente per i bambini. Infatti, gli smart speaker, grazie a questa novità potranno aiutare i bambini ad addormentarsi attraverso il rumore bianco.

Ma non solo: infatti, è prevista anche una funzione in grado di monitorare i parametri vitali dei bambini, tra cui la respirazione e i movimenti durante il sonno. La nuova tecnologia BreathJunior è stata testata su cinque bambini ricoverati in terapia intensiva neonatale di un ospedale americano. I parametri registrati sono stati confrontati con quelli rilevati dalla apparecchiature mediche, e sono risultati uguali.

I neonati in terapia intensiva, infatti, hanno più probabilità di modificare i parametri vitali, ad esempio la respirazione solitamente è più flebile o più accelerata rispetto agli altri bambini ed è stato più semplice testare se il dispositivo riscontrasse anomalie o meno.

La tecnologia come aiuto per le famiglie

Molti genitori hanno dichiarato che riscontrano problemi nel far addormentare i propri figli. Inoltre, una delle principali paure quando si ha a che fare con i neonati è quello di controllarli se sono in stanze diverse.

Proprio per questo, per i ricercatori è sorta la necessità di creare uno strumento in grado di coniugare questi due aspetti. Lo smart speaker BreathJunior replica l’hardware di Amazon Echo, il dispositivo intelligente del colosso di e-commerce che “contiene” l’assistente Alexa.

Il team prevede di commercializzare questa tecnologia attraverso una spinout UW, suono Life Sciences Inc . Il team presenterà i risultati il ​​22 ottobre alla conferenza MobiCom 2019 a Los Cabos, in Messico.

Leggi anche: Apple punta sul casco intelligente per biker