L’importanza di essere Clara

jenna_louise_coleman_as_clara_oswin_oswald_by_misdeviatin-d6xo4b3_800x600

Natale è passato da pochi giorni e, come tradizione, insieme alla cena i nostri amici Anglosassoni si sono gustati un altro episodio di Doctor Who. In anteprima assoluta per il nostro Paese, io avuto il privilegio di guardarlo. Una cosa posso dirvi, senza il rischio di farmi sparare (ho spoilerato a volte senza volere e sono ancora vivo per miracolo per raccontarlo): la regina di questo show è Clara Oswald.

Non vi preoccupate, cari amici innamorati del Signore del Tempo, non farò altri spoiler, come la nostra amata River Song adora dire spesso e volentieri (N.d.R. diciamoci la verità, soprattutto per noi maschietti, River, interpretata dalla bella Alex, può dire e fare quel che vuole).

Loading...

Torniamo però a Clara, personaggio di successo interpretato da Jenna Coleman.

Dalla sua prima apparizione nel “Manicomio dei Dalek” è entrata piano piano nello show fino quasi a diventare imprescindibile, prima con Matt Smith e soprattutto col dodicesimo Dottore, più cupo e meno esuberante, interpretato da Peter Capaldi.

Merito di Moffat, autore famoso per uccidere tutti i personaggi appena si macchino della colpa di essere amati dai fan del Signore del Tempo, che ha saputo via via cucirle una storia mozzafiato addosso.

Inizialmente era solo un mistero o, come la chiama lo stesso Dottore, era solo la ragazza impossibile. Come mai il Dalek impazzito e quella cameriera vittoriana con lo stesso nome ha salvato il Dottore in due epoche diverse?

Via via ha dimostrato di essere compagna decisa e amorevole, capace di condurre il Dottore in modo diverso tra le sue avventure. Spesso, è stata lei a risolvere e a togliere la patata bollente dalle mani del Dottore.

La sua definitiva consacrazione è però, nello speciale di Natale del 2013, “Il nome del Dottore”. Si tratta di uno dei migliori episodi mai scritti da Moffat. La Grande Intelligenza, nuovo nemico del Dottore, lo costringe ad andare dove non dovrebbe: a visitare la sua tomba a Trenzalore. Non è la prima volta che sentiamo questo nome. E’ infatti dove Dorium ne “A good man goes to war” cita che avverrà la caduta dell’Undicesimo.

Ed è qui, mentre la Grande Intelligenza cerca di cancellare le cose buone fatte dal Dottore, Clara decide di sacrificare sé stessa, buttandosi nelle scie temporali del Dottore, riducendosi a pezzi  per  salvarlo nelle sue innumerevoli vite e avventure.

Solo River, dopo aver tentato di ucciderlo in “Uccidiamo Hitler”, gli salva la vita rinunciando alle sue rigenerazioni. Lo risalverà quando non vorrà ucciderlo ne “Il Matrimonio di River Song”.  Facendolo per poco non manderà in frantumi l’universo intero.

Ma è dopo l’avvento di Capaldi e del cambio di stile del Dottore che Clara quasi arriva al punto di metterlo in ombra.

Lo stile del personaggio di Capaldi è meno esuberante. I quasi 1500 anni si fanno sentire, ed è molto più cupo. La scena in cui chiede a Clara se è un buon uomo o meno dice tutto sul suo carattere e sul suo rapporto con la ragazza.  E ci saranno anche altre occasioni nel corso dell’ottava serie (N.d.R in Italia è ancora inedita).

Condivido con la scelta di questo cambio di carattere. Dopo l’esuberanza di Ecclestone, Tennant e Smith, ci stava un Dottore più posato.

Nell’ultimo special di Natale, che vi consiglio di vedere al più presto, arriva la prova definitiva alla fine dello stesso. Siamo nei titoli di coda, in cui, di solito, si avverte che il Dottore tornerà il prossimo anno, indicando il titolo del prossimo episodio.

Per la prima volta, hanno scritto che il Dottore e Clara ritorneranno l’anno prossimo ne “L’apprendista Mago”.

Può sembrare roba da poco, ma in Cinquanta anni non era mai successo di mettere sullo stesso piano il Dottore e la sua compagna.

Ha avuto compagne forti e amate dal pubblico ma a nessuna è stato mai dato un ruolo così importante tanto da metterla anche con lui nei titoli di coda.

Dobbiamo anche dire che nessuna era nata col compito di salvare il Dottore, sacrificandosi per salvarlo in tutte le sue dodici vite. L’unico che sembra non conoscere è il War Doctor.

Per la prima volta dobbiamo registrare un rafforzamento del ruolo della compagna. Sarà definitivo? Cosa ha in mente quel volpone di Moffat per farci stare incollati ancora allo schermo?

Per adesso ci tocca aspettare. La nona serie è in corso di registrazione adesso e per l’ottava non sono riuscito a trovare notizie sulla sua trasmissione in Italia.

Insomma, cari amici, ci tocca aspettare per vedere le avventure dell’ottava e della nona serie del Dottore. E di Clara, da enigma a vera e propria Regina dello Show. D’altronde, per una compagna del Dottore, è importante essere Clar.. ops chiara.

Potrebbero interessarti anche