MacBook non carica anche se collegato, ecco il motivo

Si tratta di una funzionalità progettata per migliorare la durata della batteria

Può capitare che, in alcuni portatili MacBook della nuova serie macOS Catalina 10.15.5, anche se il cavo è collegato all’alimentatore e alla corrente, l’utente veda il messaggio del sistema “Non in carica”. Non è un bug, ma anzi, una funzionalità dedicata proprio ad una più lunga durata della batteria. Apple spiega perché avviene questa presunta “anomalia”, in un nuovo documento di supporto.

La mancata ricarica è dovuta alla nuova funzione di “Gestione stato della batteria”, integrata e attiva nei nuovi MacBook. Si tratta di una funzione che monitora le abitudini di utilizzo e le operazioni di ricarica dell’utente, per ottimizzarle e prolungare la vita utile dell’accumulatore. Apple spiega che, in base alle impostazioni e ai valori rilevati da questa funzione, la ricarica del portatile può essere messa temporaneamente in pausa. “A seconda delle impostazioni, il Mac potrebbe temporaneamente interrompere la ricarica per aiutare a calibrare la gestione stato della batteria, una funzionalità progettata per migliorare la durata della batteria”.

- Advertisement -

Nel documento di supporto inoltre, l’azienda fornisce ulteriori approfondimenti. “Quando la gestione stato della batteria è attivata, è possibile che occasionalmente venga visualizzato “Non in carica” nel menu di stato della batteria del Mac e che il livello di carica massima della batteria venga temporaneamente ridotto. Questo è normale ed è il modo in cui la gestione dello stato della batteria ottimizza la ricarica. Il Mac riprende a caricarsi al 100 percento a seconda dell’utilizzo”. Ma esploriamo meglio questa funzionalità.

La funzionalità per il monitoraggio della batteria

La funzione monitora le temperature a cui l’accumulatore è sottoposto nel corso del tempo, e perfino le abitudini di ricarica dell’utente. In base ai dati raccolti il sistema di conseguenza, lavora in modo da ridurre il tempo durante il quale la batteria rimane alla carica massima, permettendo così di ridurre l’invecchiamento chimico della batteria, prolungandone così la vita utile.

- Advertisement -

Quindi, se l’utente è solito ricaricare il Mac di notte per utilizzarlo durante il giorno, la funzione può mettere in pausa la ricarica all’85%, per esempio, a poche ora dall’alba. Da qui, procederà con la ricarica completa a poche ora prima dell’orario di inizio lavoro. Niente di preoccupante quindi, anzi, è un’utilissima funzione di monitoraggio. Però il messaggio “Non in carica”, avverte Apple, potrebbe essere collegato anche ad altri problemi. Dunque, occorre verificare sempre il codice di errore e se la funzione di controllo è attivata sul nostro MacBook. Inoltre, il messaggio di errore è dedicato in particolare a quei portatili con alimentatore USB-C. Pertanto verificate anche il tipo di entrata disponibile sul vostro Mac, per evitare di confondervi.

Se non volete utilizzare questa funzione, potrete disattivarla all’interno delle “Preferenze” del MacBook, nella sezione “Risparmio Energia”.

Panini Comics celebra Deadpool

Deadpool, il Mercenario Chiacchierone del grande Universo Marvel,torna protagonista al cinema con Deadpool & Wolverine, film Marvel Studios nelle sale italiane a partire da...