Måneskin: non siamo i Sex Pistols

"Siamo più istruiti sui rischi delle droghe e su come influenzano il tuo corpo. Non bevo nemmeno più alcolici", racconta Damiano David.

Sesso, droga e rock ‘n’ roll? Non per i Måneskin. La band ha parlato al Guardian della differenza tra gli stereotipi del passato e il loro stile di vita.

Cos’hanno dichiarato i Måneskin?

Scherzano con il Guardian sull’episodio dell’Eurovision che ha scatenato una polemica inutile. Damiano finge di tirare una striscia di cocaina e gli altri componenti del gruppo fingono di ripulire. All’epoca Damiano si sottopose a un test antidroga per sfatare le illazioni. Tra i tanti intervenne anche il presidente Macron, che chiese la squalifica dei quattro rocker (la Francia si era piazzata al secondo posto). Il reporter del Guardian vuole conoscere cosa c’è dietro il fenomeno Måneskin e Damiano sembra ben felice di accontentarlo. “Penso che l’opinione che la gente ha di noi, e di me, sia molto fuori bersaglio. La gente pensa che ci comportiamo come i Sex Pistols o i Mötley Crüe, ma non siamo niente del genere”.

Non bevo nemmeno più alcolici

- Advertisement -

Siamo più istruiti sui rischi delle droghe e su come influenzano il tuo corpo. Non bevo nemmeno più alcolici”, aggiunge Damiano. Insomma, si può essere rock ‘n’ roll anche senza reiterare gli stereotipi del passato. Si può essere rock ‘n’ roll anche senza tirare coca, scolare Jack Daniels come fosse acqua e cambiare una donna a sera. E forse è questa la rivoluzione più grande che i quattro romani hanno portato nell’industria musicale.