Marche: potenziati i controlli di polizia sui treni

La Polizia di Stato, in sinergia con Fs Security, ha ampliato notevolmente il numero dei controlli effettuati nelle stazioni e a bordo dei treni

Il Compartimento Polizia Ferroviaria di Marche Umbria e Abruzzo con sede ad Ancona in sinergia con gli operatori di Fs Security-Presidio Territoriale di Ancona ha potenziato il servizio di controllo sui treni. Il tutto a supporto di quanto già svolto dal personale Polfer.

Finora nella giornata odierna sono stati effettuati controlli su 109 viaggiatori a bordo dei treni. Tali verifiche si sono rivelate efficaci e rapide, infatti, gli agenti hanno operato con l’ausilio di smartphone che hanno potuto appurare in tempo reale l’identità dei passeggeri per rilevarne eventuali precedenti penali.

- Advertisement -

Oggetto delle verifiche in particolare i treni regionali 3922 partito da Ancona e diretto a Rimini; il regionale 4251 in partenza da Rimini con destinazione Ancona.

L’ispessimento della rete dei controlli ha lo scopo di evitare e ridurre l’entità degli eventi criminosi che si verificano regolarmente a bordo dei convogli: rapine ai danni dei viaggiatori, atti violenti con danneggiamento delle strutture, accattonaggio molesto e persino attacchi fisici ai danni di capitreno e controllori.

- Advertisement -

Questa iniziativa sarà replicata anche su convogli di altre tratte che interessano le tre regioni, Marche, Abruzzo e Umbria e con l’aggiunta della collaborazione delle Unità Cinofile della questura di Ancona.

Le forze dell’ordine vogliono trasmettere il messaggio di maggiore sicurezza in viaggio.