Milano, Città Studi di via Jommelli: un uomo aggredisce la compagna

L'autore di questa aggressione ferisce anche tre persone che erano intervenute per aiutare la donna

Milano, clinica Città Studi di via Jommelli. Sono circa le 17:00 di ieri pomeriggio. Una coppia giovane (22 anni entrambi) arriva insieme all’ospedale dove la donna aveva un appuntamento per effettuare una visita medica preliminare per una possibile assunzione.

Rimangono ancora da chiarire molti punti tra cui se i due fossero davvero arrivati insieme oppure se lui avesse pedinato lei fino all’ingresso della clinica. Perché è qui, stando alle testimonianze raccolte dai Carabinieri, che comincia la discussione tra i due.

- Advertisement -

Quello che è certo è che l’uomo ha raggiunto la donna tentando di aggredirla, l’ha anche spinta facendola cadere a terra. Quando la donna si è rialzata, in lacrime, ha cominciato a correre gridando “aiuto aiuto!” e si è rifugiata all’interno di uno degli uffici della clinica.

In soccorso della donna sono intervenuti un infermiere di 57 anni, un inserviente 56enne e un passante, un uomo di 74 anni.

- Advertisement -

L’aggressore però estrae un coltello e con questo li ferisce: il 74enne alle mani e gli altri due alla coscia e a un polpaccio. Fortunatamente, sono state poi rilevate solo ferite superficiali per tutti e tre in quanto il coltello aveva una lama piccola e non molto tagliente.

I tre intervenuti e anche gli altri testimoni hanno detto che l’uomo urlava all’indirizzo della compagna “ti uccido! ti uccido” e che sembrava alterato, forse sotto l’effetto di alcol o di qualche sostanza stupefacente.

- Advertisement -

Il Pubblico Ministero di Milano, Alessia Menegazzo, ha disposto l’arresto per l’uomo con l’accusa di lesioni aggravate.

I Carabinieri interrogheranno sia l’uomo sia la donna per ricostruire i fatti e per stabilire la causa della reazione violenta di lui.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.