Viterbo: entra a casa dell’ex e aggredisce i presenti

L'uomo era già stato denunciato per maltrattamenti

Un 43enne georgiano ha fatto irruzione nell’abitazione della ex compagna nel giorno di Natale, ubriaco e in preda a un raptus di gelosia ha aggredito i presenti all’interno della casa. La donna aveva già denunciato l’uomo nel dicembre dello scorso anno per maltrattamenti portando all’arresto.

Durante il giorno di Natale la polizia ha ricevuto una chiamata dalla donna che chiedeva l’intervento delle Forze dell’Ordine a causa della violenza perpetrata dall’uomo. Quando gli agenti sono arrivati sul luogo hanno trovato l’uomo in evidente stato di ebbrezza, mentre la donna era fuggita all’interno di una stanza dell’appartamento per sfuggire all’ira del georgiano. Quando l’uomo si è accorto della presenza dei poliziotti si è scagliato contro di loro iniziando a picchiarli.

- Advertisement -

Poco prima dell’arrivo degli agenti l’uomo aveva ferito ad una mano l’amica della vittima, poi giudicata guaribile in 30 giorni, dai sanitari dell’ospedale Belcolle, del capoluogo. Inoltre l’uomo aveva anche picchiato una coppia di amici presenti in casa dopo aver sfondato la porta.

 Per il 43enne, già sanzionato con un provvedimento di divieto di avvicinamento alla donna, con obbligo di permanenza nel Comune di residenza e divieto di lasciare la dimora nelle ore notturne, si sono aperte le porte del carcere Mammagialla per atti persecutori, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale.