Nadal e gli US Open: “Ci proverò ma non voglio forzare”

SONY DSC

Dopo aver saltato Toronto e Cincinnati, Rafael Nadal parla alla stampa e spiega la sua situazione: ci proverò a tornare ma non c’è molto tempo per forzare.

Rafa Nadal sarà presente agli US Open. O meglio ce la metterà tutta.

Il campione di Manacor aveva dichiarato che avrebbe rivelato la sua decisione riguardo alll’ultimo nella giornata di ieri (11 agosto ndr) e così ha fatto.

Loading...

Il numero 2 del mondo spiega la sua situazione al canale spagnolo IB3:”Quando hai una zona del corpo immobilizzata per del tempo, perdi un pò di muscolatura e ci vuole un pò per ritrovare la forma. I tempi sono molto stretti ma ci proverò. Cercherò di allenarmi il meglio possibile, poi mi toccherà aspettare delle novità la settimana prossima, quando tornerò a Barcellona. Allora saprò se l’infortunio è migliorato o se devo aspettare ancora. Nel primo caso dovrò provare e vedere quanto mi fa male quando uso il rovescio”.

Nadal non è nuovo agli infortuni. Il maiorchino ha dimostrato di saper risorgere anche quando ha dovuto affrontare infortuni che avrebbero posto fine alla carriera di chiunque. E’ stato fermo 9 mesi nel 2012 ed è tornato nella scorsa stagione più forte che mai. Magari non lo vedremo a New York, magari dovrà stare lontano dai campi e ci mancherà molto, magari qualcuno sarà già pronto a seppellirlo ma non credo sia saggio considerarlo finito.

Gli US Open iniziano tra due settimane. Rafa è pronto a stupire tutti e qualora non ce la dovesse fare per quel momento, sarà pronto per tornare tra qualche mese al massimo livello, l’unico livello che effettivamente conosce.

Su Nadal si deve prendere in prestito una frase da un grande allenatore di un altro sport, la pallacanestro: “Never understimate the heart of a champion”.