Nel Casertano scena da Far West: spara e uccide il vicino per il posto auto

Un 74enne ha sparato al vicino di casa al culmine di una discussione per il posto auto condominiale

Parcheggio comune condominiale. Nasce una discussione tra due vicini per il posto auto. Scena abbastanza di routine se non fosse che uno dei due estrae una pistola e spara all’altro.

L’uomo colpito dal proiettile muore. Aveva 60 anni, si chiamava Sebastiano Tessitore colpevole di aver detto al vicino 74enne “l’auto non si parcheggia così”.

- Advertisement -

Questa frase avrebbe acceso la miccia innescando una discussione che dagli insulti è passata rapidamente ai fatti. Il 74enne, armato con una pistola calibro 9 semiautomatica regolarmente detenuta, estrare l’arma e fa fuoco per tre volte colpendo a morte il 60enne.

Le persone presenti, tra cui anche alcuni famigliari della vittima, si mettono ad urlare. Mentre il 74enne rientra nel suo appartamento, chiamano i soccorsi e le forze dell’ordine.

- Advertisement -

Giungono sul posto i Carabinieri della Compagnia di Aversa, ambulanza e automedica anche se gli operatori sanitari non possono fare altro che constatare il decesso dell’uomo.

I Carabinieri hanno raggiunto il 74enne in casa, lo hanno portato in Caserma per interrogarlo e gli hanno sequestrato l’arma.

- Advertisement -

L’uomo non risulta avere precedenti penali né essere stato protagonista di altri episodi simili anche se, come raccontato dai vicini, non era la prima volta che i due discutevano per il parcheggio auto.

Domani dovrebbe arrivare la convalida del fermo per il 74enne, mentre nei prossimi giorni verrà effettuata l’autopsia della vittima.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.