Nipoti che insegnano la tecnologia ai nonni: il progetto di inclusione ad Ancona

Il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Ancona ha attivano un'iniziativa di inclusione al passo con i tempi. I nipoti insegneranno ad usare la tecnologia ai nonni.

Viviamo nell’era delle innovazioni tecnologiche e della digitalizzazione. Restare fuori dal web e da Internet è impossibile, si rischia l’esclusione. I servizi online stanno diventando sempre più numerosi e per accedervi occorre avere un’identità digitale come lo SPID nonché saper usare abilmente lo smartphone. I giovani sono nati con la tecnologia e non hanno difficoltà ad adattarsi all’evoluzione. Più complicato, invece, per le persone più avanti con gli anni che si ritrovano catapultati in un mondo nuovo e complesso. Da qui l’idea di far insegnare l’uso della tecnologia ai nonni dai nipoti. Il progetto nasce ad Ancona, nel Liceo Scientifico Galileo Galilei.

Un progetto tecnologico da imitare, nipoti che insegnano ai nonni

Il Liceo Scientifico di Ancona in collaborazione con i sindacati dei pensionati Spi, Cgil, Fnp Cisl e Uilp ha ideato un progetto che prevede l’intervento dei nonni alle lezioni tenute dai nipoti. L’obiettivo è avvicinarsi alla tecnologia in modo meno traumatico per essere autonomi nell’accesso ai servizi telematici. Coinvolti nell’iniziativa gli alunni delle classi quarte. Verranno programmate diverse attività di servizio alla comunità tra cui il laboratorio di avvicinamento di tutti i nonni della città alla tecnologia.

- Advertisement -

Si svolgeranno tre incontri gratuiti durante i quali saranno promosse attività di tutoring intragenerazionale. Le lezioni dovranno permettere ai nipoti di insegnare ai nonni l’uso dello smartphone, del computer e dei device aiutandoli nella creazione di un account di posta elettronica e di applicazioni come WhatsApp o altri social. I nonni apprenderanno anche le modalità per scaricare audiolibri e musica. Lo scopo è colmare un divario generazionale che non dovrebbe esistere.