Oppo, lo smartphone che si ricarica in 15 minuti, vediamo come

Una tecnologia di ricarica completa "super veloce"

oppo
Ecco la ricarica super veloce nel nuovo Oppo

Anche oggi la durata delle batterie degli smartphone è notevolmente aumentata, molti dispositivi, già dopo solo un anno di vita, tendono ad esaurire la carica prima di quanto pensiamo. Vero è che esistono ormai diversi modi per ottimizzare la durata di autonomia, tra cui la modalità risparmio energetico, wireless e cavi collegabili al PC tramite uscita USB.

Nonostante le nuove batterie siano più grandi e quindi durino più di prima, l’uso continuo che ne facciamo, per svago o per lavoro, oltre che il consumo di energia di alcune applicazioni particolarmente pesanti, può deteriorarne le prestazioni, seppure elevate. Per questo, Oppo sta lavorando a uno smartphone capace di ricaricarsi completamente in 15 minuti, grazie ad una nuova modalità “fast charge” totalmente innovativa.

Una ricarica super veloce in soli 15 minuti

Capita molte più volte di quanto crediamo: abbiamo un imprevisto, o un appuntamento urgente, siamo in ritardo e il telefono è quasi scarico. Che ne direste di una ricarica veloce in soli 15 minuti? Sembra incredibile, non è vero? La società cinese Oppo, ha sviluppato una soluzione che risolverà per sempre questo fastidioso problema.

Il 15 luglio infatti, è stata annunciata la ricarica a 125 Watt. Oppo è tra le poche compagnie la cui ricerca si dedica principalmente alle innovazioni legate al processo di ricarica dei terminali e qualche mese fa, aveva già raggiunto ottimi risultati con il lancio di Ace2, il primo dispositivo a supportare la ricarica wireless da 40 Watt, tramite speciale basetta sviluppata appositamente per questo modello. Per la modalità cablata invece, il massimo per l’azienda cinese si chiama SuperVOOC 2.0, tecnologia proprietaria capace di ricaricare un cellulare scarico in meno di 40 minuti.

La prima cosa a cui pensiamo, alla luce di tutto questo è ovviamente, se la batteria potrebbe riscontrare con il tempo, deterioramenti o danneggiamenti. In realtà non c’è ancora una risposta certa, ma possiamo dire che i margini di miglioramento rispetto alle precedenti soluzioni per la salute della batteria, sono decisamente più alti. Questo grazie anche all’utilizzo del grafene, che presto, sostituirà del tutto le attuali batterie al litio.

Rispetto alle odierne batterie in rame e litio, il grafene ha capacità ele-conduttive nettamente migliori. Questo vuol dire meno surriscaldamento e una durata ottimizzata maggiore, che non porterebbe a grandi percentuali di perdita di batteria nel corso degli anni.

La concorrenza

Oppo non è l’unica azienda che lavora sulla ricarica “superveloce”. Anche iQOO (marchio secondario del produttore Vivo), ha annunciato la nuova tecnologia di ricarica da 120 Watt. Questa può caricare completamente un telefono con una batteria da 4mila mAh in 15 minuti. Addirittura, il device ottiene il 50% in soli cinque minuti e arriva all’80% in circa 10 minuti. L’ultimo 20%, stranamente, chiede qualche minuto in più ma sicuramente, la maggioranza dei consumatori, mira ad ottenere almeno l’80% per poter svolgere le proprie attività senza preoccupazioni.

Per guardare il video sulla nuova super ricarica Oppo, visita la pagina ufficiale