Partite Iva: piano di aiuti e primi versamenti Inps

Per le partite IVA finisce la sospensione dei versamenti previdenziali ma si aprono anche delle possibilità come raccontate dal ministro Giorgetti in una question time

Per i liberi professionisti e le imprese riprendono i versamenti tributari o previdenziali periodici, il primo più vicino ha scadenza entro il 16 marzo come ha chiarito l’Inps con il messaggio numero 896 del 2 marzo.

L’ente previdenziale ricorda che erano stati sospesi i contributi Inps relativi a novembre e a dicembre 2020 per effetto dei Decreti Ristori uno, bis e quater. I pagamenti rimandati dovranno essere pagati o in un’unica soluzione o in rate mensili fino a quattro senza applicazione di sanzioni e interessi.

- Advertisement -

Entro il 16 marzo e di ogni mese, riprendono i pagamenti Inps

La prima rata entro il 16 marzo, poi il 16 di ogni mese, non potrà esser inferiore ai 50 euro. L’Agenzia delle Entrate in questi mesi verificherà le condizioni di chi ha finora rimandato e sospeso il pagamento secondo il decreto.

I contributi da versare sono quelli dovuti da aziende, liberi professionisti, committenti alla Gestone separata, dalle aziende agricole, dai lavoratori agricoli autonomi, per i dipendenti iscritti alla gestione pubblica.

- Advertisement -

Intanto corrono novità sugli aiuti per le partite Iva attraverso il DL Sostegno che supera l’analisi dei codici Ateco per considerare le perdite effettive.

Credito d’imposta o indennizzo, più una nuova piattaforma Sogei

Ad occuparsi di questo aspetto c’è il Ministro allo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. Si parla di un credito di imposta per compensare le tasse dovute o ad un indennizzo a fondo perduto da destinare a 2,7 milioni di lavoratori autonomi, liberi professionisti e imprese con un fatturato fino a 5 milioni di euro. Il credito d’imposta si potrà utilizzare con la prossima dichiarazione dei redditi.

- Advertisement -

Si parla di una nuova piattaforma online gestita da Sogei destinata a raccogliere le informazioni delle autodichiarazioni sulle perdite subite nel 2020, con queste si potranno richiedere o il credito d’imposta o l’indennizzo utile a compensare la perdita con un bonifico dai tempi velocissimi, entro anche 10 giorni dall’entrata in vigore del decreto. Periodo previsto entro la fine di aprile.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter

Avetrana – Qui non è Hollywood

Disney+ ha diffuso il teaser trailer e il teaser poster della nuova serie originale italiana Avetrana – Qui non è Hollywood che sarà disponibile quest’autunno sulla piattaforma...