Pastore tedesco: caratteristiche, salute e allevamento

Il Pastore Tedesco possiede caratterialmente un innato senso del dovere: prende infatti molto seriamente gli ordini e i compiti che gli vengono affidati.

pastore tedesco

Pastore Tedesco: le principali caratteristiche, malattie e allevamento

Il Pastore Tedesco è uno dei cani più conosciuti e famosi al mondo, un cane eccezionale impiegato anche dall’uomo in diverse attività.

Scopriamo insieme le caratteristiche che lo rendono un animale estremamente versatile.

Il Pastore Tedesco ha una struttura ossea e muscolare che lo rende estremamente agile e veloce: è molto ben proporzionato e il suo manto rientra nelle caratteristiche del pelo medio. E’ un cane di taglia grande, il pelo è nero con sfocature rosso brune. Le orecchie sono triangolari e alzate, gli occhi di colore nero o nocciola intenso. Anche se la razza del Pastore Tedesco più diffusa ha il manto nero e marrone o, nero o bianco, i colori riconosciuti per questa razza sono complessivamente undici.

Il Pastore Tedesco ha una struttura ossea e muscolare che lo rende estremamente agile e veloce: è molto ben proporzionato e il suo manto rientra nelle caratteristiche del pelo medio. E’ un cane di taglia grande, il pelo è nero con sfocature rosso brune. Le orecchie sono triangolari e alzate, gli occhi di colore nero o nocciola intenso. Anche se la razza del Pastore Tedesco più diffusa ha il manto nero e marrone o, nero o bianco, i colori riconosciuti per questa razza sono complessivamente undici. Di carattere equilibrato e obbediente, dimostra la sua fedeltà in ogni occasione. Proprio queste peculiarità, lo hanno reso una delle razze più amate e diffuse negli ultimi due secoli.

Pastore Tedesco: Le origini

Le sue origini risalgono a cento anni fa, con il suo ruolo di assoluto guardiano delle greggi sui Monti della Baviera, (da qui il nome di pastore tedesco). Diventa presto popolare: devoto e dotato di intelligenza eccezionale, viene ampiamente impiegato come cane da guardia e da salvataggio della Protezione Civile. Utilizzato particolarmente dai non vedenti come vero e proprio sostituto di una figura ausiliaria, è impiegato anche dalla Polizia come cane antidroga nelle unità cinofile. Ricordate il mitico “Rin Tin Tin” o il buon e super intelligente agente speciale”Rex”, di note serie televisive.

Questo animale a volte viene erroneamente chiamato “lupo”, ma il Pastore Tedesco  che potrebbe avere come altre razze di cani, una discendenza con i lupi, non rispecchia completamente le somiglianze caratteriali delle specie lupoidi.  Nel passato il pastore tedesco poteva essere più simile ad un lupo, ma la razza venne perfezionata tramite diversi incroci controllati.

Conosciuto anche come Pastore Alsaziano, nome derivato dalla prima guerra mondiale, (dove gli americani evitavano volentieri la parola “tedesco”), perde questo appellativo e la razza adotta definitivamente il nome attuale.

Pastore Tedesco: Impiegato in diverse missioni

Tra le caratteristiche del Pastore Tedesco, il suo senso del dovere. Impiegato in missioni difficili

Il Pastore Tedesco possiede caratterialmente un innato senso del dovere: prende infatti molto seriamente gli ordini e i compiti che gli vengono affidati. E’ un animale molto coraggioso e non si lascia intimorire da persone estranee con brutte intenzioni: risulta infatti abbastanza aggressivo nel caso di violazione di quella che ritiene la sua proprietà, oltre ad essere molto protettivo nei confronti dei membri di una famiglia.

Considerato un perfetto “bodyguard” il Pastore Tedesco offre anche un lato molto socievole e disponibile. Riesce persino ad essere ironico e divertente. Nei punti a suo favore, viene anche sottolineata la sua grande capacità di affrontare gli stress.

La sua indole è nel movimento: è un cane molto sportivo e necessita di attività costante per mantenersi in forma. Nelle prime fasi della sua vita, quando ancora è cucciolo, ha un temperamento estremamente curioso e affettuoso. E’ molto importante consentire a questa specie animale una buona attività fisica, in quanto in modo più marcato di altre razze di cani, in mancanza di ciò potrebbe diventare depresso o ancor peggio molto aggressivo.

Salute del cane

Il Pastore Tedesco è un cane straordinario, ma si tratta di un animale predisposto contrarre malattie,  particolarmente di carattere ereditario

Esistono infatti alcune patologie genetiche diffuse nella razza, vediamole insieme:

Displasia dell’anca: è causa della debolezza degli arti inferiori. E’ una patologia ereditaria, radicata nei geni della specie, ma tenendo sotto controllo il peso dell’animale, la gestione dell’attività fisica nel cucciolo e l’umidità degli ambienti, si hanno meno possibilità che il cane sviluppi questa malattia, che causa dolori molto forti.

Glaucoma: può essere riconosciuto a partire dai 2-3 anni di vita del cane, è si manifesta con evidente dolore all’occhio per cui il cane cerca di grattarsi.  La pupilla opaca e dilatata è un chiaro sintomo della malattia. Il glaucoma si cura con la chirurgia.

Queste malattie ereditarie sono frequenti nella razza, mentre come per le altre specie, è considerato a rischio sulle seguenti malattie dovute a forme virali, batteriche o parassitosi:

Eczema:  causa prurito, perdita di peli e lesioni della pelle. Le cause possono essere diverse, dall’allergia alimentare alle punture di pulci e parassiti. La prevenzione è nell’alimentazione del cane che dovrebbe essere a base di carni delicate di agnello, vitello e anche il pesce. Come per le altre razze canine è consigliato l’uso costante di un collare antipulci che può ridurre quasi completamente i rischi. Maggiormente consigliate le fialette cutanee , in quanto in alcuni animali, proprio il collare è stato riscontrato essere fonte di intolleranza.

Cheratite pannosa: una patologia che causa l’ infiammazione della cornea. Trattandosi di una malattia autoimmune, potrebbe essere recidiva e il trattamento va eseguito tempestivamente, per evitare le ricadute.

Cimurro. Malattia contagiosa che causa tosse, dispnea, mucosità, congiuntivite, febbre e altri sintomi. Esistono dei vaccini contro la malattia.

Leptospirosi: malattia causata dall’acqua infetta da urina di roditore, riscontrabile ad esempio in pozzanghere. I sintomi della malattia sono tosse, vomito, febbre, dolori muscolari, problemi respiratori. Esiste il vaccino contro la leptospirosi.

Brucellosi canina: malattia causata dall’ingestione di residui infetti. Può essere trasmessa anche per via venerea, Nei maschi causa un’infezione ai testicoli e sterilità. Nelle femmine incinte causa aborto. Può essere curata con antibiotici.

Mastite: colpisce le femmine e consiste nell’infiammazione delle ghiandole mammarie.

Piometra: malattia comune dei cani femmina. Si accumula pus nella cavità uterina. È necessaria una cura antibiotica prima di effettuare un intervento chirurgico.

Pododesmatite: malattia parassitaria che causa ferite, pus, dolore.  Un eccesso di umidità favorisce la comparsa della malattia.

Rogna demodettica: malattia causata dall’acaro chiamato Demodex canis. Causa la caduta del pelo, prurito, infiammazione e arrossamento dell’epidermide. Richiede trattamento veterinario. Non può essere trasmessa agli esseri umani.

Rogna scarcoptica :causata dal parassita Sarcoptes scabiei. I sintomi sono: caduta del pelo, infiammazione e arrossamento della pelle. Può essere trasmessa alle persone. È necessario l’intervento del veterinario. E’ richiesta la disinfestazione degli ambienti di vita del cane.

Carattere e temperamento

Il Pastore tedesco ha un ottimo rapporto con i bambini, nonostante la sua fama di “lupo”: la sua natura curiosa e giocherellona, si trova in perfetta sintonia con le diverse fasi dello sviluppo evolutivo del bambino. Devoto anche ai più piccoli, ama giocare e farli divertire purché debitamente elogiato e ricompensato con piccoli premi alimentari. 

Il rapporto con gli altri cani invece non è dei migliori: di natura dominante tende ad essere aggressivo in particolar modo con gli altri maschi, specialmente durante la sua “adolescenza”.

Questo atteggiamento è marcato nel Pastore Tedesco, ma è caratteristico anche degli altri cani maschi. Un buon tentativo si può fare quando il cane è ancora cucciolo, aiutandolo a socializzare con gli altri cani: se invece la tendenza è quella di aggredire per primo, bisogna vietarglielo categoricamente.

Proprio per evitare spiacevoli sorprese sia di natura fisica che psicologica, si consiglia di prendere un cucciolo solo da un allevamento pastore tedesco riconosciuto ENCI/FCI . L’allevamento è il solo che possa garantirvi i dati sulla cucciolata, il pedigree e l’esclusione delle malattie genetiche del ramo familiare. La spesa complessiva per un cucciolo di Pastore tedesco può aggirarsi intorno ai 1.000-1500 euro, vaccinato e microchippato.

Tra gli allevamenti riconosciuti a livello internazionale, ricordiamo l’Allevamento Pastore Tedesco di Casa Falcone aderente allo standard di razza, sia dal punto di vista morfologico che caratteriale.

Monica Ellini
Scrivo articoli in diversi settori di notizie: cronaca, scienza,salute, ambiente, spazio e cosmo, storia, viaggi, arte e archeologia. Eclettica e dedita alla ricerca, lavoro per obbiettivi in modo determinato e organizzato. Esperta di comunicazione e pubbliche relazioni, cerco di trasmettere attraverso lo scritto, concetti chiave e significati. Adotto un informazione consapevole che interessi diverse fasce di pubblico.
Potrebbero interessarti anche