I Pooh ci danno l’addio dopo 50 anni di successi

Pooh-new-620x372

“Chi fermerà la musica”. I Pooh, il gruppo musicale più longevo della storia della musica italiana, ci daranno l’addio dopo 50 anni di successi con la formazione del primo nucleo originale con cui iniziarono l’avventura, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli, come due tasselli che ricompongono un mosaico per salutare il loro pubblico dal vivo. Lo faranno con due date importanti: il 10 e il 15 giugno da Milano e da Roma.

La storia dei Pooh inizia il 28 gennaio del 1966, iniziano a cantare quasi per caso sulla scia dei grandi gruppi inglesi di quel momento, come i Beatles e i Rolling Stone, rimanendo sulla cresta dell’onda anche a distanza di 50 anni.

Loading...

Tutti noi 40enni ci sentiamo i figli dei Pooh, come se ci avessero svezzato alla vita di tutti  giorni con le loro canzoni d’amore e a sfondo sociale. Nei loro testi troviamo l’amore rubato, quello omosessuale e il rimpianto della prima cotta.

Nel tempo il mosaico perderà i suoi pezzi migliori, prima con Riccardo Fogli e successivamente con Stefano D’Orazio, forse per assaporare l’ebrezza della vita da solista. Ricardo Fogli nel 1982 vincerà il Festival di Sanremo, mentre Stefano D’Orazio si cimenterà nei musical con successo.

Il gruppo si scioglie per intraprendere le loro carriere da solisti, ma resteranno sempre amici.

Antonio Agosta