Prenotazione dei vaccini anche con Postamat, ecco il servizio

Le prenotazioni delle vaccinazioni anti Covid si possono fare tramite piattaforma Postamat in Sicilia, Abruzzo, Marche, Calabria

La regione Lazio come abbiamo scritto ieri ha messo a disposizione un servizio di prenotazione per i vaccini anti-Covid destinato a persone dagli ottant’anni in su o che compiranno 80 anni nel 2021.

Molte altre regioni collegate a Poste Italiane hanno invece scelto la piattaforma di prenotazione, tracciatura e somministrazione dei vaccini Covid-19 collegata a Postamat. Le regioni che hanno aderito sono quattro: Sicilia, Marche, Calabria e Abruzzo.

- Advertisement -

Le prenotazioni con Postamat potranno essere effettuate online ma anche attraverso gli schermi ATM, tramite portalettere e anche da call center, sarà necessario solo il codice fiscale per la prenotazione.

Matteo del Fante spiega la piattaforma Postamat per prenotare i vaccini

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, dopo aver parlato del servizio, ha detto che sono in distribuzione 66 mila dosi del vaccino Moderna, è la seconda tranche, arrivata in Italia con corriere espresso SDA. Con il sistema collegato a Postamat non si perde nemmeno una fiala, tutto viene registrato dai sistemi informatici dall’atterraggio dell’aereo fino all’arrivo nelle Asl attraverso il corriere espresso.

- Advertisement -

La presenza della piattaforma Postamat già attiva e pronta non è detto che faccia partire subito le prenotazioni online per i cittadini ottantenni e ultraottantenni fuori dalle RSA, come ha spiegato Matteo Del Fanti, A.D di Poste Italiane, bisogna attendere la fine della Fase 1 dedicata a personale sanitario e residenze anziani.

In Sicilia la fase 2 potrebbe iniziare il 20 febbraio

Ed è proprio quello che avviene in Sicilia. Infatti, la piattaforma digitale Postamat è disponibile per gli over ottantenni ma anche per famigliari, parenti o amici che vogliono aiutare persone care nel processo di prenotazione. La data di inizio delle richieste potrebbe essere intorno al 20 febbraio secondo il Dipartimento delle Attività Sanitarie per il motivo indicato sopra. La buona notizia è che sono arrivate a destinazione le 5400 dosi di vaccino Moderna attese, arriveranno a breve e nei tempi previsti quelle di Pfizer. Si attendono aggiornamenti su AstraZeneca.

- Advertisement -

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter