Prevenire il glaucoma grazie allo smartphone? È possibile

Secondo un nuovo studio potrebbe essere presto possibile diagnosticare a casa il glaucoma. Come? Con i nostri smartphone

La vista è incredibilmente importante per gli esseri umani. Abbiamo molti altri sensi, ma la perdita della vista è particolarmente debilitante. Una cosa buona è che alcune delle più comuni malattie legate agli occhi sono evitabili, soprattutto se diagnosticate precocemente.

Ora gli scienziati dell’Università di Birmingham hanno dimostrato che gli smartphone potrebbero essere utilizzati per scansionare gli occhi delle persone alla ricerca di segni premonitori di glaucoma.

- Advertisement -

La nostra elettronica moderna sta avanzando rapidamente. Probabilmente ricorderai l’emergere dei primi smartphone e ora sono ovunque e molto hi-tech. Attualmente gli smartphone hanno fotocamere che potrebbero competere con le vecchie apparecchiature fotografiche professionali. Hanno anche buoni altoparlanti e microfoni, ottimi schermi. E potenza di elaborazione per gestire tali informazioni.

La cosa più importante è che praticamente tutti hanno accesso a uno smartphone, il che lo rende il perfetto dispositivo diagnostico domestico. Il glaucoma è una malattia degli occhi molto comune, che può causare danni alla vista. È, tuttavia, evitabile, se diagnosticato precocemente. Il glaucoma presenta segni sulla sua insorgenza e dobbiamo solo leggerli. Livelli elevati di pressione intraoculare (IOP) sono un buon indicatore che qualcosa non va.

- Advertisement -

Tuttavia, la IOP può essere monitorata in modo non invasivo utilizzando le onde sonore. Ora i ricercatori hanno dimostrato nei loro esperimenti che esiste una relazione tra la pressione interna di un oggetto e il suo coefficiente di riflessione acustica. Hanno scoperto che è possibile monitorare la IOP utilizzando uno smartphone. Il metodo deve ancora essere sviluppato, ma fondamentalmente è un metodo basato su onde sonore che può essere eseguito a casa di un paziente. Il dottor Khamis Essa, coautore dello studio, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto una relazione tra la pressione interna di un oggetto e il suo coefficiente di riflessione acustica.

Con ulteriori indagini sulla geometria degli occhi e su come questa influenzi l’interazione con le onde sonore, è possibile utilizzare uno smartphone per misurare con precisione la IOP dalla comodità della casa dell’utente. Attualmente la IOP viene misurata in modo più irritante per gli occhi.

- Advertisement -

All’inizio vengono somministrate gocce paralizzanti. Sono quindi seguiti da un colorante non tossico, che quindi aiuta l’esame dell’occhio. Questo metodo non è molto accurato, ma è un gold standard attuale. La pressione intraoculare deve essere misurata: è la pressione creata dal continuo rinnovo dei liquidi oculari. L’alta pressione nell’occhio può causare gravi problemi, ma è una condizione curabile, se rilevata abbastanza presto. Gli smartphone sono ottimi computer e sicuramente non ne stiamo sfruttando appieno le funzionalità. Stanno ancora avanzando rapidamente e si spera che in futuro avranno più caratteristiche legate alla salute. Soprattutto sfruttando l’intelligenza artificiale e vari sensori che gli smartphone già possiedono.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.