Quello che sappiamo sul papilloma virus e il cancro alla testa e al collo

Il papillomavirus alla base del cancro. Lo prova un nuovo studio effettuato a Taiwan

Il papillomavirus umano sta alimentando un’epidemia di cancro alla testa e al collo a livello globale, con 100.000 nuovi casi in tutto il mondo ogni anno.

A Taiwan, l’impatto dell’HPV è oscurato da alti tassi di consumo di tabacco, alcol e betelquid. I risultati suggeriscono che le politiche e gli interventi di sanità pubblica a Taiwan potrebbero contribuire a prevenire i tumori guidati dall’HPV.

- Advertisement -

I ricercatori hanno esaminato i record e i campioni di tumore di 541 pazienti trattati tra il 1998 e il 2016 per il carcinoma a cellule squamose orofaringee al Chang Gung Memorial Hospital, il più grande centro oncologico ed importante centro di riferimento a Taiwan.

Hanno scoperto che il 28% dei tumori erano positivi all’HPV. Questi pazienti erano più anziani alla diagnosi e avevano una migliore sopravvivenza. Aggravando il quadro, i ricercatori hanno scoperto che l’81% dei pazienti fumava tabacco, il 65% usava betelquid e circa la metà beveva alcolici. Il consumo di alcol era fortemente legato alla recidiva del cancro o morte.

- Advertisement -

Il cancro orofaringeo positivo all’HPV in genere è più reattivo ai trattamenti e si traduce in risultati migliori rispetto ai tumori negativi all’HPV. Questo valeva per i pazienti di Taiwan. E, anche tra i pazienti che usavano alcol, tabacco o betelquid, quelli i cui tumori erano positivi all’HPV avevano una sopravvivenza migliore.

I ricercatori suggeriscono che i programmi per aiutare i pazienti oncologici a smettere di bere, fumare o usare betelquid potrebbero migliorare i risultati.

- Advertisement -

“Il numero di tumori dell’orofaringe causati dall’HPV si sta diffondendo come un incendio in tutto il mondo. Tuttavia, questo problema non è riconosciuto al di fuori dei paesi occidentali”, afferma Guadalupe Lorenzatti Hiles, autrice principale dello studio, Ph.D., M.S., senior research fellow presso l’University of Michigan Rogel Cancer Center che lavora nel laboratorio di Thomas Carey, Ph.D., professore emerito di chirurgia otorinolaringoiatria-testa e collo e di farmacologia presso il Michigan Medicine.

Taiwan ha recentemente introdotto il vaccino HPV, ma solo per le ragazze. La popolazione dello studio era del 94% maschio, suggerendo che il vaccino avrebbe giovato anche ai ragazzi.

“Si stima che possiamo eliminare fino al 10% di tutti i tumori in tutto il mondo eliminando i tumori correlati all’HPV. Speriamo che diffondere la notizia di questo problema aiuti a salvare innumerevoli vite”, afferma Lorenzatti Hiles.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.