Reggio Calabria: non può comprare le medicine alla madre malata e chiede aiuto ai carabinieri

La telefonata per paura di perdere la madre malata

Una storia veramente triste che però, grazie all’aiuto dei militari dell’arma, si è risolta nel migliore dei modi possibili. Una storia di disperazione e ristrettezze economiche ma anche di solidarietà e altruismo, valori che al giorno d’oggi andrebbero insegnati nelle aule scolastiche.

La disperazione di un uomo del capoluogo calabrese quando, durante la notte di capodanno, ha chiamato la centrale operativa della compagnia di Reggio Calabria per chiedere aiuto. L’uomo non poteva acquistare i farmaci regolarmente prescritti alla madre gravemente malata e aveva paura che potesse accaderle qualcosa. Per questo la telefonata, il gesto disperato in cerca d’aiuto.

- Advertisement -

Dall’altra parte del telefono l’operatore della centrale, il quale, visto il tono seriamente preoccupato dell’uomo, ha subito inviato una pattuglia nella zona dove abitano madre e figlio in difficoltà per verificare la situazione.

Giunti sul posto, i carabinieri si sono offerti di aiutare l’uomo e la madre. Infatti i militari , si sono recati presso la farmacia più vicina e hanno acquistato i farmaci prescritti alla donna e, in un adiacente esercizio commerciale, anche alcuni generi alimentari per assicurare a entrambi un pasto caldo per la serata.