Ricarica wireless, perché è meglio non usarla

Alcuni recenti studi dimostrano l'inefficienza delle ricariche wireless e il loro impatto sull'ambiente

Ormai, moltissimi nuovi modelli di smartphone supportano la ricarica wireless. Una soluzione innovativa e comoda, visto che non si deve per esempio, utilizzare il cavo, e si può utilizzare ovunque ci sia una connessione, ma sarebbe meglio non utilizzarla. Non solo per l’impatto potenzialmente dannoso per l’ambiente, ma anche per una scarsa efficienza delle prestazioni. Le differenze tra la ricarica con cavo e quella wireless sono state rilevate da alcuni studi sull’efficienza energetica, effettuati dal sito specializzato in tecnologia OneZero e la community tecnologica di iFixit.

Efficienza energetica della ricarica wireless

Secondo questi studi, quella wireless è meno efficiente di quella con cavo. I risultati suggeriscono che il suo utilizzo non sempre è conveniente. Infatti, prendendo un telefono completamente scarico e portandolo al 100%, la ricarica con cavo ha richiesto una media di 14.26 Wh, mentre la wireless, una media di 21.01 Wh. Questo significa che la ricarica wireless assorbe il 50% di energia in più rispetto a un normale caricabatteria, e a volte, anche fino al 100%. Questa considerazione, che all’apparenza sembra minima, si fa più chiara se rapportiamo il numero ai milioni di caricatori wireless in circolazione in futuro.

- Advertisement -

Arthur Shi, tecnico di iFixit, afferma che la richiesta energetica per caricare 3.5 miliardi di batterie di smartphone dallo 0 al 100% almeno una volta al giorno, con un caricabatteria a cavo, richiede la potenza di circa 73 centrali elettriche a carbone, che producono emissioni inquinanti. Con la ricarica wireless, aumenta la richiesta energetica e quindi di centrali elettriche che servono a soddisfare la domanda di energia. L’inefficienza energetica dunque, implica un impatto ambientale a livello globale.

Per questo motivo, al momento, utilizzare un caricatore wireless non è consigliato né per la bolletta elettrica che per l’ambiente. Bisognerà aspettare che il gap tra i due tipi di tecnologie sia colmato, per riutilizzare le ricariche wireless senza problemi.