Roma: sgomberate otto ville dei Casamonica

Trovate una trentina di persone, urlavano contro gli agenti e i giornalisti

Stamani alle prime luci dell’alba è partito il blitz antimafia contro il clan dei Casamonica. Impegnati nell’operazione oltre seicento agenti e venti mezzi. Sono state sgomberate e abbattute otto villette abusive del clan alla periferia est di Roma.

Negli edifici erano presenti circa 35- 40 residenti, alcuni minori. Hanno opposto resistenza, ma poi sono stati tranquillizzati”, spiega il comandante della polizia locale di Roma Antonio Di Maggio. “In un’abitazione sono state trovate dosi di sostanze stupefacenti che i colleghi stanno mettendo sotto sequestro.

Le villette sono state costruite negli anni ’90 dal clan, sgomberate negli anni successivi e poi rioccupate. In tutto l’area è di almeno 2mila metri quadrati. “Abitiamo qui da 50 anni” protestano gli occupanti allontanati dai vigili. Solo uno di loro è stato fermato. All’interno delle abitazioni vi erano statue dorate di cavalli, leopardi e tigri. Una culla in stile imperiale. E poi stucchi ai soffitti e decorazioni di ogni tipo.

Sul posto è arrivata la sindaca Virginia Raggi e il ministro dell’Interno Matteo Salvini: “L’abbattimento delle villette dei Casamonica – atteso da molti anni – è un ottimo segnale, e siamo solo all’inizio. Per i delinquenti la pacchia è finita” aggiunge il vicepremier.

Potrebbero interessarti anche