Rossetti peggiori e migliori: ecco quelli che contengono residui pericolosi

Quali sono i rossetti potenzialmente dannosi per la salute?

Le donne amano truccarsi ed utilizzare rossetti per sentirsi più belle. Bisognerebbe, però, prestare maggiore attenzione per quanto riguarda la sicurezza per la salute di questi prodotti. Infatti, secondo un’indagine effettuata da Altroconsumo, un rossetto su tre potrebbe essere dannoso.

Prima di svelare quali sono i rossetti ritenuti sicuri e quelli potenzialmente dannosi, occorre focalizzarsi su cosa si intende per “sicuro”. Gli addetti al laboratorio hanno cercato nei cosmetici alcuni metalli pesanti (cadmio, arsenico, mercurio, piombo ecc.), il cui utilizzo è consentito solo in “parte” (ma la legge non stabilisce un limite) e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio.

Le marche analizzate

Per effettuare questo studio, gli esperti di Altroconsumo hanno preso in analisi alcune tra le marche più utilizzate tra le donne, in collaborazione con altre organizzazioni europee di tutela per i consumatori. Nel mirino dell’indagine sono finite ben 14 marchi, tra i più diffusi:

  • Avril
  • Boho green
  • Bourjois
  • Chanel
  • Dior
  • Dr Hauschka
  • Kiko
  • L’Oreal
  • Mac
  • Nyx
  • Purobio
  • Santé
  • So’ bio etic
  • Too Faced

I rossetti peggiori e migliori

Ben 5 su 14 rossetti, quindi in proporzione 1 su 3, si sono rivelati potenzialmente dannosi perché contengono dei residui pericolosi di oli minerali derivanti dal petrolio. In particolare si tratta dei Mosh (idrocarburi saturi degli oli minerali), che possono accumularsi nel fegato e in altri tessuti; e Moah (idrocarburi aromatici degli oli minerali) ritenuti potenzialmente cancerogeni.

I primi possono essere presenti, ma in quantità ridotte secondo la normativa vigente stabilita in base alle ricerche scientifiche del periodo; i Moah invece non sono da considerarsi sicuri in nessun caso.

Kiko, Mac, Nyx e Too Faced sono considerati i peggiori. Nella classifica dei peggiori c’è anche un posto per Avril, marchio che si fregia dell’etichetta di “ecologico”, ma il cui rossetto, nonostante non contenga oli minerali, è risultato positivo al test Moah. I migliori, nonostante contengano oli minerali sono i rossetti prodotti da Chanel, Dior e Dr Hauschka perché, a quanto pare, non contengono residui.