Scoperto il motivo per il quale s’ingrassa

Una ricerca ha scoperto qualcosa di interessante sull'aumento del peso

Spesso si ingrassa, si mette su peso senza nemmeno accorgersene. Lo stile di vita sembra invariato, eppure i chili di troppo aumentano. In realtà c’è un motivo che sembra essere, almeno all’apparenza, totalmente scollegato ai kg in più. Si tratta della rabbia e del nervosismo.

Il motivo per il quale s’ingrassa è la rabbia

Infatti, secondo una ricerca di un nutrizionista messicano, Juan Manuel Romero Villa, ci sarebbe una correlazione tra la rabbia e l’obesità. Nell’arco di tempo dei suoi studi, ben 14 anni, ha potuto constare che la rabbia produce un accumulo maggiore di cortisolo e adrenalina. L’energia in eccesso, se non smaltita, si trasforma in tessuto adiposo.

L’ormone che regola lo stress, inoltre, gioca un ruolo fondamentale nel mutare il grasso in energia buona; pertanto, in caso di eccessiva rabbia non funziona come dovrebbe e si ingrassa di più. Il dottor Romero Villa, quindi, consiglia uno stile di vita sereno (oltre che sano) per mantenere la linea.

Come eliminare la rabbia: ecco i metodi principali

Ma, se la rabbia costituisce un problema da non sottovalutare nell’ambito di una dieta, come si fa a gestire le situazioni che la provocano? Ecco qualche consiglio che potrebbe rivelarsi utile:

  • Allenarsi: il primo consiglio utile per sfogare una situazione di nervosismo è praticare esercizio fisico. Infatti, in questo modo si può non solo prevenire l’aumento di peso dovuto alla reazione dell’organismo, ma anche consentire al corpo di produrre endorfine. Queste ultime, sono delle sostanze chimiche che incidono positivamente sull’umore. 
  • Dormire: ovviamente non si parla di mettersi a letto immediatamente dopo una discussione, ma il consiglio è di dormire in generale. Non dormire a sufficienza, infatti, rende più suscettibili e più incline ad arrabbiarsi. In media si consiglia di dedicarsi al sonno notturno per almeno 7-8 ore.
  • Meditare: la meditazione può essere un metodo per imparare a gestire consapevolmente le proprie emozioni. Ad esempio, un corso di yoga può essere utile in questo caso.
  • Ascoltare musica: un altro metodo per tranquillizzarsi in una situazione di stress è quello di ascoltare musica rilassante. Su youtube ci sono diverse compilation che è possibile cercare semplicemente scrivendo “musica rilassante”. Una musica più energica potrebbe, al contrario, aumentare le sensazioni negative.
  • Approcciarsi in modo tranquillo: più facile a dirsi che a farsi, ma per non lasciarsi sopraffare dalla rabbia bisogna imparare ad avere un approccio “più zen” alle situazioni. Le persone vanno tranquillizzate, non prese di petto. Ciò non significa che bisogna essere falsi nei rapporti, ma semplicemente che uno stile di comunicazione assertivo può prevenire litigi e problematiche dovute solo  ad errata comunicazione.
  • Avere un antistress: una pallina, un foglio di pluriball, qualsiasi oggetto che possa alleviare i sintomi del nervosismo può essere un aiuto concreto da tenere a portata di mano in queste situazioni.