Scuola: illegittimo modificare l’orario di servizio senza preavviso

Casi frequenti ma illegittimi di modifica dell’orario del docente senza il suo consenso

Ogni docente ha un orario di servizio specifico e determinate materie da insegnare nelle classi di sua competenza. Sembra un’ovvietà, ma la premessa è d’obbligo.

L’orario assegnatogli può essere modificato per vari motivi: per svolgere un progetto didattico, per la previsione di incontri formativi di approfondimento o gite scolastiche. Questi sono solo alcuni casi di modifica , che vengono legittimamente stabiliti precedentemente in seno al Collegio Docenti o al Consiglio di classe. Questi organi collegiali periodicamente si riuniscono per prendere anche decisioni di questo tipo.

Quando si incorre in illegittimità?

Sono diffusi in molte scuole casi di modifica ,improvvisa e senza preavviso, dell’orario di servizio , tramite un semplice ordine verbale. Il caso che viene preso ad esempio dal portale scolastico “La tecnica della Scuola” è quello di un’insegnante che, non essendo a conoscenza di eventuali cambi di orario, ha programmato una verifica. Il giorno della verifica, una volta a scuola, riceve l’ordine di fare supplenza in altra classe, non sua, e che i suoi alunni saranno invece occupati a seguire una conferenza.

Loading...

Modifiche di questo tipo, apportate senza preavviso e quindi senza consenso del docente, nonché senza deliberazione degli organi collegiali, rappresentano un modo di agire scorretto ma soprattutto illegittimo. Queste decisioni, in alcuni casi, sono prese dall’insegnante fiduciaria del plesso scolastico, ma spesso anche dai Dirigenti Scolastici in maniera coatta.

Si tratta di pratiche purtroppo diffuse in molte scuole, ma che possono essere contestate dai docenti coinvolti.