Shiba Inu crypto, cosa nasconde il suo progetto e come si acquista

Shiba Inu Crypto, la nuova nata fra le criptovalute di tendenza per utenti e investitori desiderosi di scoprirla

Comparsa molto di recente nel mondo delle criptovalute, Shiba Inu crypto attira l’interesse degli utenti che vogliono conoscerla meglio per capire cosa nasconde il suo progetto e come si acquista sul mercato, dato che potrebbe porsi come concorrente agguerrita di quelle già esistenti.

Shiba Inu crypto, la moneta virtuale nata in piena pandemia

Shiba Inu, noto anche come Shiba Token, è una criptovaluta decentralizzata creata nell’agosto 2020 da un anonimo che usa lo pseudonimo “Ryoshi”, dato che gli hacker usano spesso nickname per praticità e per ammantare la nuova creazione di un alone di mistero che attiri potenziali utenti.

- Advertisement -

La finanza decentralizzata è un nuovo approccio agli strumenti finanziari. Questo sistema è così innovativo che si attende ancora una definizione standard, ma si può sostanzialmente considerare un movimento che fa leva su reti informatiche decentralizzate per trasformare i prodotti finanziari in protocolli sicuri.

Le criptovalute seguono quindi questo principio, permettendo di inviare valore da una persona all’altra senza intermediari tramite una blockchain che sfrutta i nodi di una rete informatica, non solo per operare le transazioni, ma anche per registrare tutti i dati e le informazioni relative in modo aperto e condiviso.

- Advertisement -

Le caratteristiche di Shiba Inu

Shiba Inu è un token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum e si autodefinisce “il killer di Dogecoin“, ma non ha ancora un’utilità effettiva se non come token, cioè gettone trasferibile senza il sostegno di particolari asset. Il soprannome minaccioso di killer deriva dalla sua capacità di dichiarare guerra in termini di interesse ai Dogecoin, altra criptovaluta nata per scherzo e poi decollata a livello internazionale.

Shiba Inu esercita una forte attrattiva sugli utenti, al punto che in poche ore ha permesso un guadagno in borsa superiore al 120% nel giro di poche ore, già lo scorso mese, attestandosi su un valore di 0,000032 dollari. Attualmente, il valore oscilla intorno a 0,00000630, con oscillazioni tra perdite e guadagni, tipica della volatilità delle valute virtuali.

- Advertisement -

L’obiettivo di Shiba Inu

Per capire le caratteristiche di Shiba Inu, come per qualsiasi altra Crypto è fondamentale conoscere il progetto, va tenuto presente che questa valuta virtuale vuole inserirsi nel rally borsistico spericolato già esistente tra Bitcoin e Dogecoin e guadagnare posizioni, approfittando del valore altalenante delle criptovalute concorrenti, per effettuare repentine scalate finanziarie.

Tuttavia, approfittare delle disgrazie altrui è un’arma a doppio taglio, perché anche l’ultima nata non è esente da rischi, guadagni repentini possono trasformarsi in secche perdite molto velocemente, alimentando il dibattito tra gli operatori su queste nuove forme di transazione, sempre in bilico tra opportunità e illusione.

In questa fase, gli ideatori di Shiba Inu mantengono la rotta sul loro obiettivo principale: “sconfiggere” la moneta del Doge, come emerge anche dal suo logo, un cane decisamente arrabbiato, confidando nella crescente visibilità, determinata dalla rapida diffusione del nuovo fenomeno, grazie anche alle crescenti ricerche su Google e alla sponsorizzazione di alcuni influencer americani, che ne aumentano il valore.

Il Progetto Shiba Inu

Gran parte delle informazioni sul progetto si possono leggere direttamente sul sito ufficiale del Token.

Tre sono i Token ufficiali collegati a Shiba:

  • SHIB – Il token SHIB che consente agli utenti di detenere miliardi o addirittura trilioni di essi, “gira” solo su ERC-20 ed è il primo token di criptovaluta ad essere quotato e incentivato su ShibaSwap, piattaforma di scambio decentralizzato che verrà lanciata a breve e che potrebbe far schizzare molto in alto il presso del token.
  • EASH era originariamente impostato per essere un token ancorato al prezzo di Dogecoin. Con una circolazione limitata ad un totale di SOLO 100k token, potrà essere utilizzato anch’esso sulla piattaforma ShibaSwap al fine di ottenere ricompense speciali per chi fornisce liquidità.    
  • BONE non è stato ancora lanciato

Il punto di forza del progetto è senza ombra di dubbio la Community. Parliamo, infatti di un progetto seguito da circa 300.000 persone, che per un meme token si tratta di numeri impressionanti.

Altra aspetto da non sottovalutare è la posizione occupata nel CoinMarketCap ovverosia la #28, superiore a quella di altri progetti più blasonati.

Le differenze con il Dogecoin che potrebbero contribuire all’aumento del suo valore sono:

  • Non si può creare inflazione, ovvero non vengono rilasciate nuove monete, a differenza del Dogecoin, che non ha un tetto massimo nella circolazione ed anzi è previsto un rilascio per ogni blocco di 10.000 monete ogni minuto.
  • Si legge inoltre sul sito ufficiale che il 50% del token è stata bloccata su uniswap ed hanno buttato le chiavi, ed il restante 50% è stato bruciato inviandoli al portafoglio di Vitalik Buterin, fondatore di Ethereum.

Al momento gli Shiba Inu risultano essere la moneta più scambiata su Uniswap.

Come si acquista Shiba Inu Crypto e dov’è quotata

Shiba Inu è una criptovaluta particolare che non è ancora disponibile nelle liste dei broker CFD che operano per contratto di differenza, cioè in base all’accordo tra un investitore e una banca di investimento o società di scommesse spread. Di conseguenza, se si vuole sfruttare il rally che questo crypto-asset spera di mettere a segno, occorre registrarsi sull’exchange Binance per attivare un account utente, utile a comprare Shiba Inu.

Shiba Inu è quotata nelle tre piattaforme di criptovalute più popolari fra gli utenti cinesi, Huobi, Binance e OKEx e, dopo il listing su Binance, il suo valore è più che raddoppiato nell’arco di un paio d’ore. Il team di Shiba Inu afferma di aver inviato il 50% dell’offerta da 1.000 miliardi di token a Vitalik Buterin, co-creatore di Ethereum, mentre l’altra metà sarebbe stato inviato a Uniswap, per lanciare un token totalmente decentralizzato e dal prezzo così contenuto che gli utenti possono possederne fino a migliaia di miliardi.

La valutazione del rischio

Gli analisti mettono in guardia gli utenti perché Il sito web di Shiba Inu non fornisce informazioni particolari riguardo agli individui associati al progetto e sul mercato digitale le truffe non mancano. Non a caso,  persino il CEO di Binance, Changpeng Zhao, ha definito questa criptovaluta un token “incredibilmente rischioso“.

In effetti, le perdite da investimento in criptovaluta possono essere improvvise e superare anche un terzo del valore nel giro di una settimana e gli analisti si domandano se la nascita di Shiba Inu Crypto, dopo il tonfo Dogecoin, che a sua volta aveva approfittato dello scivolone Bitcoin, non avvii una spirale senza fine in cui nuove criptovalute spuntano in continuazione, grazie alle difficoltà delle concorrenti, nel mondo ancora tutto da scoprire della finanza decentralizzata.