Sicurezza in mare: da oggi si può “indossare”

Quando la tecnologia serve ad incrementare la sicurezza in mare

Arriva la bella stagione e per migliaia di diportisti in Italia torna il tanto atteso momento di dar sfogo alla propria passione, rimettendo in acqua la propria barca o il gommone: torna l’estate e con essa l’irresistibile fascino di gustarsi un’alba o un tramonto al largo, magari dopo aver pescato in santa pace, dimenticando lo stress accumulato durante l’anno.

Tutto molto bello, ma la prima regola in mare è quello di non abbassare mai la guardia, perché il pericolo è sempre dietro l’angolo. Che sia l’uscita della domenica con la famiglia piuttosto che una battuta di pesca in solitaria, la sicurezza deve essere sempre la priorità per ogni diportista che si rispetti! Oltre a rispettare le norme che regolano la navigazione, bisogna fare attenzione e dotarsi delle giuste dotazioni quando si esce in mare.

Ogni estate, poi, ci sono situazioni particolarmente strane che però si ripetono puntualmente: chissà quante volte avrete visto in rete o sentito al telegiornale di guidatore o passeggeri sbalzati in acqua e l’imbarcazione che ha continuato il suo viaggio come impazzita, per poi finire arenata o peggio ancora contro altre imbarcazioni. Per evitare queste situazioni, il buon senso non basta. Ecco perché basta una buona idea per aumentare notevolmente la sicurezza a bordo: la soluzione l’ha realizzata l’azienda italiana Nautech, dando vita a Seacure WAVE. Si tratta di un dispositivo di spegnimento automatico del motore in caso di uomo in mare, sia esso il guidatore che un qualsiasi altro passeggero che lo indossi. Il funzionamento è tanto semplice, quanto geniale: basato sulla tecnologia Bluetooth, il sistema spegne il motore se una delle chiavi connesse alla centralina si allontana per più di 12 metri o se viene immerso in più di 10 cm di acqua.

Lo spegnimento del motore in una situazione di pericolo ha una doppia valenza: da un lato, garantisce massima sicurezza e libertà di movimento a chi naviga da solo. Nel malaugurato caso che finisse accidentalmente in mare, potrà recuperare il proprio natante e risalire a bordo senza problemi. Ma Seacure WAVE mette al sicuro anche gli altri passeggeri, soprattutto i bambini. Non a caso è riconosciuto quale strumento indispensabile tra i diportisti, considerando che la centralina – in caso di emergenza – può inviare un SOS alle unità di soccorso con le precise coordinate di geolocalizzazione dell’uomo in mare. Un notevole passo in avanti per la sicurezza!

Il dispositivo è acquistabile in diversi punti vendita dedicati alla nautica, sparsi per l’Italia, ma è disponibile anche online sul sito del produttore a un prezzo di 249,00 euro.

Potrebbero interessarti anche