Statte – Adotta un cane, riduci la Tari e lotti contro il randagismo (Foto)

La notizia

L’iniziativa stattese in merito all’adozione dei cani e la riduzione della Tari

La nota stampa

L’ Associazione O.D.A.AM.( Organizzazione difesa animali ed ambiente ) con le volontarie di Statte ha organizzato per tutti i Giovedì di Maggio e per il primo Giovedì di Giugno dalle 18:00 alle 20:00 una raccolta cibo per cani e gatti.

Le dichiarazioni di Michaela Puleo referente su Statte della O.D.A.AM.

“Il Gazebo – dichiara Michaela Puleo referente su Statte della O.D.A.AM. – è stato installato nella Biopiazza di Statte adiacente alla biblioteca comunale. Il nostro intento è quello di poter maggiormente sensibilizzare la cittadinanza sul fenomeno del randagismo e dell’abbandono sempre più frequente non solo degli amici a quattro zampe, ma anche dei gatti. La prima giornata effettuata Giovedì 17 è andata piuttosto bene, quel cibo raccolto è servito a sfamare decine di cani randagi presenti sul nostro territorio. Oltre alla raccolta cibo – continua Michaela Puleo – ( bocconcini, croccantini, pasta e pane duro ) nel nostro gazebo si possono ricevere informazioni sui randagi e sulle modalità di adozione dei cani presenti all’interno del canile DAC, convenzionato col Comune di Statte.

Vorrei ricordare che lo scorso anno il Consiglio Comunale approvò delle – agevolazione fiscali per chi adotta un cane in custodia nel canile ospite da almeno 180 giorni o un cane custodito nel canile da almeno tre anni. Devo dire che negli ultimi periodi abbiamo avviato una più proficua collaborazione con l’Amministrazione e con il Consigliere Comunale Daniele Andrisani che si occupa del randagismo. Speriamo che in futuro possa continuare questa proficua collaborazione per il bene di tutti ma soprattutto per il benessere dei cani”.

Anche Daniele Andrisani ricorda che chi adotta un cane potrà risparmiare sulla Tari, la tassa sui rifiuti, per importi che variano dal 50 al 70 per cento in meno per chi adotta un cane ospite da almeno 180 giorni o un cane custodito nel canile da almeno tre anni.

“Gli sgravi sulla tassazione tributaria che riguarda lo smaltimento dei rifiuti – spiega il presidente della commissione Ambiente, Daniele Andrisani – si riceveranno per tutto il periodo di vita dell’animale domestico adottato (previa attestazione da parte dell’Asl) e saranno per un massimo di 500 euro l’anno. Una scelta economica, ma anche di civiltà e sensibilizzazione. Questo regolamento ci mette nelle condizioni di garantire un futuro migliore ai molti cani custoditi all’interno del canile. In più – conclude – l’ente riduce le spese e prova a dare un segnale di civiltà e umanità. Mi preme ringraziare tutti quei volontari che giornalmente tolgono tempo e denaro alla propria famiglia per una nobile causa come quella di cercare di dare agli amici a quattro zampe una vita più dignitosa e magari far passare loro momenti in cui si sentano veramente amati”.

Potrebbero interessarti anche