Torino: arrestati 4 estremisti di destra per tentato omicidio

Quattro giovani tra i 20 e i 24 anni avevano prodotto la ricina, sostanza mortale

I carabinieri del Ros di Torino hanno arrestato quattro persone appartenenti a un gruppo di estrema destra. L’accusa è di tentato omicidio aggravato e produzione di aggressivi chimici.

Operazione testuggine

L’operazione denominata “testuggine” ha portato all’arresto 4 giovani di età compresa tra i 20 e i 24 anni tutti appartenenti all’area di estrema destra, Casapound e Blocco studentesco. I carabinieri del reparto anticrimine di Torino hanno arrestato all’alba a conclusione di una indagine coordinata dal pm Manuela Pedrotta.

Il piano

I quattro giovani volevano punire un rivale in amore. Per questo sono riusciti a produrre in un garage un flacone di ricina dai semi del ricino, un veleno cosi pericoloso da essere stato trovato nei sotterranei di Baghdad dopo la destituzione di Saddam nell’ambito dell’arsenale chimico segretamente custodito. E’ una sostanza conosciuta tra i ragazzi perchè ispirata alla serie televisiva Breaking Bad.

Il piano progettato dai 4 estremisti era quello di affidare la ricina a un ragazzino di 11 anni che con un’arma giocattolo avrebbe dovuto colpire la vittima prescelta.  Il veleno, di tipo ricina, era da somministrare di nascosto a due italiani che si erano fidanzati con giovani donne di cui gli indagati si erano invaghiti. Ma per fortuna i carabinieri  sono arrivati prima grazie anche alle tracce lasciato da uno di loro che era stato individuato per aver comprato su Internet i pezzi stampati in 3d per montare una pistola.

I carabinieri durante la perquisizione hanno trovato in un frigorifero la ricina il veleno che uccide all’istante al solo contatto con la pelle. Oltre ad una serie di macchinari utili a estrarre la sostanza dai semi acquistati anche quelli sul web. Due dei quattro arrestati avevano già in passato utilizzato la ricina  quando durante una serata al circolo Asso di Bastoni volevano far bere il cocktail alla vittima. Ma l’operazione non gli era riuscita: il giovane se l’era cavata con un forte mal di stomaco e attacchi di vomito.

Ricina sostanza mortale

La ricina può essere molto pericolosa se usata come arma nella guerra biologica e nel bioterrorismo. E’ facilmente ottenibile pura in grandi quantità dai semi di ricino.  Il caso più famoso è accaduto a Londra nel 1978 quando Georgi Markov, un dissidente bulgaro che lavorava per la BBC, è stato assassinato con una piccola scheggia di legno avvelenata di 1 mm sparata con un ombrello modificato.

Più recentemente  la polvere di ricina è stata trovata in alcune lettere spedite a senatori americani e alla Casa Bianca.

Potrebbero interessarti anche