Ultimo confessa: 7 rifiuti prima del successo…

Ultimo confessa: "7 rifiuti prima del successo...poi l'incontro inaspettato con Jacqueline Luna"

Ultimo è tra gli artisti maggiormente quotati e ascoltati. Ha riempito gli stadi ed è pronto a ripetere l’esperienza. Le date programmate nelle varie città italiane sono già tutte sold out. Apparentemente restio alla stampa, il cantante romano ha rilasciato un’interessante intervista al Corriere della sera a cui ha parlato della sua infanzia, dell’amore per la musica e anche della sua fidanzata Jacqueline.

Il cantante romano è nato e cresciuto a San Basilio, una delle borgate romane più difficili. I suoi amici veri sono oggi gli stessi di quando era solo un adolescente con tanti sogni. Ha sempre amato la musica è per questo che non ha mollato fino a quando non ha avuto l’opportunità d’emergere. L’artista ha rivelato d’aver ricevuto anche molti no: d’Amici a X Factor ma anche Sanremo giovani:

- Advertisement -

Mi sono presentato tre volte ad Amici, due volte a X Factor, due volte a Sanremo giovani, al tempo di Carlo Conti, e non mi hanno mai preso”. Non è stato un percorso facile ma non ha mai mollato. Ultimo ha anche spiegato perché è tornato a Sanremo dopo le polemiche del 2019, e quali sono oggi i suoi rapporti con Mahmood: “Sono tornato quest’anno a Sanremo, proprio perché l’avevo lasciato in un modo che non mi era piaciuto, e volevo riappacificarmi con il festival. Non ne avevo certo bisogno per rialzarmi, ero reduce dal Circo Massimo e da quindici stadi, ma volevo esprimere la mia riconoscenza per quel palco e per quello che c’è dietro, per tutto quello che rappresenta.” Ha poi aggiunto: “Con Mahmood non abbiamo avuto modo di conoscerci perché ognuno si fa i cavoli suoi, ma non ho nulla contro di lui. 

Ultimo: “Jacqueline? Ci siamo innamorati senza baciarci

Ultimo ha rivelato anche alcuni aspetti della sua vita privata. Legato a Jacquline Luna di Giacomo, figlia d’Heather Parisi il cantante ha raccontato il loro primo incontro e ha usato parole romantiche e d’affetto: “Ho visto la foto di una giacca disegnata da lei, con una pezza a forma di chitarra, e le ho scritto: “Vuoi essere la chitarrista del mio prossimo tour?”. Ci siamo dati appuntamento a Trastevere, il quartiere dove è nata. Sono arrivato con uno zainetto e quattro birre.

- Advertisement -

Abbiamo parlato tutta la sera, era tanto che non passavo una sera normale. Il giorno dopo lei partiva per l’America”. Ha poi concluso: “Ci eravamo innamorati, senza esserci mai dati un bacio. Ha una naturalezza, una solarità, un modo di essere invisibile ai più. Volevo capire cosa si nascondeva dietro di lei. Così appena è stato possibile l’ho raggiunta in America.”

spot_img