Un nuovo vetro flessibile per schermi (quasi) infrangibili

Una nuova scoperta è in grado di rivoluzionare il mercato degli smartphone

A chiunque sarà capitato almeno una volta di rompere lo schermo del proprio smartphone, per una caduta del dispositivo oppure sedendosi sopra inavvertitamente. Un team internazionale di ricercatori guidato da Erkka Frankberg dell’Università di Tampere e Lucile Joly-Pottuz dell’Università di Lione, sembrerebbe, però, aver trovato il metodo per far sì che questo problema non si verifichi più.

Il vetro ad ossido con duttilità intrinseca

Infatti, i ricercatori, hanno scoperto che il vetro composto da ossido di alluminio amorfo (vetroso) si possono facilmente allungare e piegare a temperatura ambiente senza rompersi o frantumarsi. Questa scoperta potrebbe condurre alla realizzazione di dispositivi più durevoli nel prossimo futuro. 

- Advertisement -

Inoltre, la fragilità del vetro è un problema che impedisce l’utilizzo di tale materiale in ambito ingegneristico, per cui si potrebbe pensare più ad ampio spettro se si riuscisse a realizzare davvero un materiale così resistente agli urti.

Questo innovativo e rivoluzionario materiale è stato ottenuto rompendo l’ossido di alluminio con un raggio laser pulsato, per formare un plasma di colore viola, e poi raffreddato  rapidamente per impedire la cristallizzazione.

- Advertisement -

L’utilizzo e lo sviluppo della nuova tecnologia

Un primo ambito di applicazione potrebbe essere nel settore ottico. “Quasi tutti gli occhiali convenzionali sono a base di silice (silicio e ossigeno). Ma ora abbiamo studiato un vetro composto da alluminio e ossigeno”, ha affermato la ricercatrice Erkka Frankberg

Sfortunatamente, per realizzare questa tipologia di vetro occorre un meccanismo troppo complesso, tale da rendere il suo impiego nell’ambito delle apparecchiature di utilizzo quotidiano attualmente irrealizzabile. Bisognerà trovare un altro modo che conduca ai medesimi risultati per far sì che si possa utilizzare negli smartphone e dispositivi tecnologici di nuova generazione.

- Advertisement -

Leggi anche: Toilette intelligenti per il controllo della salute